top of page

Novità Finanziamenti/Bandi per le aziende Marzo 2022



 

Riassumiamo di seguito alcune delle opportunità di finanziamento, bandi, crediti, fondi attivi ad oggi:


Proroga Investimenti 4.0

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge di conversione del d.l. n. 228-2021 viene prorogato fino alla fine dell'anno 2022 il termine per completare gli investimenti 4.0 prenotati con acconto entro il 31 dicembre 2021.


Ancora disponibili risorse per le misure a valere sulle risorse del PNRR:

  • Transizione digitale ed ecologica delle PMI con vocazione internazionale;

  • Partecipazione di PMI a fiere e mostre internazionali, anche in Italia, e missioni di sistema;

  • Sviluppo del commercio elettronico delle PMI in Paesi esteri(e-commerce).

Domande entro il 31 maggio 2022.

 

BANDI NAZIONALI


Fondo per le piccole e medie imprese creative:

Beneficiari:

A. imprese creative di micro, piccola e media dimensione (tessile, moda, legno, stampa, software, ceramico, artistico…); B. imprese di qualsiasi settore che vogliono acquisire servizi specialistici nel settore creativo.

Contributo: A. 40% a fondo perduto + 40% finanziamento a tasso agevolato B. 80% a fondo perduto (massimo 10.000€)

Spese ammissibili:

A. impianti, macchinari, attrezzature nuovi, software, opere murarie, esigenze di capitale

circolante; B. innovazioni di prodotto, servizio e processo. Sostenimento spese: successive alla data di presentazione delle domande. Valutazione domande: procedura valutativa secondo l’ordine cronologico. Scadenze: con successiva pubblicazione sul sito Invitalia. Misura “Donne in campo”:

Non appena il decreto interministeriale che regola i criteri e le modalità di accesso agli interventi agevolativi della misura “Più Impresa” sarà adeguato alle novità disposte dalla legge di bilancio 2022, le imprese condotte da donne, di qualsiasi età, oltre a disporre di una dotazione finanziaria dedicata, potranno accedere alle seguenti agevolazioni:

- contributo fino al 35% del valore del progetto;

- mutuo a tasso zero fino al 60% del valore del progetto; - limite massimo di intervento di ISMEA entro 1,5 milioni di Euro per singolo progetto. La misura ad oggi prevede mutui a tasso zero per interventi fino a 300.000€ e fino al 95% del valore dell'investimento.

Le domande possono essere presentate fino al 30 marzo 2022.

Imprese femminili:

Le risorse a sostegno dell’imprenditoria femminile sono state integrate con i 400 milioni di euro previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza.

In particolare il decreto rafforza sia il nuovo “Fondo per l'imprenditoria femminile”, sia le altre misure già avviate come “Nuove Imprese a Tasso zero”, a supporto della creazione di piccole e medie imprese e auto imprenditoria, e “Smart&Start”, che supporta start-up e PMI innovative. L’obiettivo è di sostenere almeno 2400 imprese femminili, agevolando la realizzazione di progetti imprenditoriali innovativi, supportando le startup femminili attraverso attività di mentoring, assistenza tecnico-manageriale e misure per la conciliazione vita-lavoro. Con un prossimo provvedimento ministeriale verranno indicati i termini e le modalità di presentazione delle domande.

Fondo per l'imprenditoria Femminile: Beneficiari:

imprese femminili (lavoratrice autonoma / impresa individuale femminile / società di capitali che abbiano donne per due terzi negli organi di amministrazione e proprietarie di quote)

Linee d’azione:

A. incentivi per la nascita e lo sviluppo (costituite da meno di 12 mesi) B. incentivi per lo sviluppo e il consolidamento (costituite da almeno 12 mesi)

Contributo:

A. 50% o 80% a fondo perduto (a seconda dell’investimento) + servizi di assistenza

tecnico-gestionale + voucher per spese di marketing

B. 50% a fondo perduto e 50% finanziamento agevolato (massimo 80%) + servizi di

assistenza tecnico-gestionale + voucher per spese di marketing

Spese ammissibili:

investimenti in impianti, macchinari e attrezzature nuovi, in software e servizi in cloud, personale dipendente, esigenze di capitale circolante

Sostenimento spese: successive alla presentazione della domanda Valutazione domande: procedura valutativa secondo l’ordine di presentazione Scadenze: con successiva pubblicazione sul sito Invitalia

Nuove Imprese a Tasso zero: Beneficiari:

micro e piccole imprese composte in prevalenza da giovani tra i 18 e i 35 anni o da donne di tutte le età, su tutto il territorio nazionale;

Interventi ammessi: progetti di investimento che puntano a realizzare nuove iniziative o ampliare, diversificare o trasformare attività esistenti nei settori manifatturiero, servizi, commercio e turismo; Agevolazione: mix di finanziamento a tasso zero e contributo a fondo perduto per progetti d’impresa con spese fino a 3 milioni di euro, con copertura fino al 90% delle spese totali ammissibili; Tempistiche: i piani di impresa devono essere avviati successivamente alla presentazione della domanda e devono essere conclusi entro 24 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento. L’incentivo è a sportello: non ci sono graduatorie né scadenze. Le domande sono esaminate in base all’ordine di arrivo. Scadenze: con successiva pubblicazione sul sito Invitalia Bando INAIL 2022: Beneficiari: tutte le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura Specifiche linee di finanziamento per le categorie:

- raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti

- recupero e preparazione per il riciclaggio dei materiali (codice Ateco E38)

- risanamento e altri servizi di gestione dei rifiuti (codice Ateco E39)

- micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti

agricoli (asse agricoltura) Esclusioni:

è escluso chi ha già ricevuto l’incentivo ISI Inail 2017, 2018, 2020 e ISI Agricoltura

2019/2020

Agevolazione: 65 % a fondo perduto (Importo minimo 5.000,00€,massimo 130.000,00€.)

Per i progetti del settore rifiuti (importo minimo 2.000,00€, massimo 50.000,00€.)

Per il settore agricoltura 50% a fondo perduto per i giovani agricoltori, 40% a fondo perduto. Per la generalità delle imprese agricole (importo Minimo 1.000,00€, massimo 60.000,00€).

Interventi ammessi:

  • Progetti di investimento

  • Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale

  • Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC)

  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto

  • Progetti per micro e piccole imprese del settore rifiuti

  • Progetti per imprese operanti in agricoltura

Assegnazione: click day

Scadenze:

  • 2 maggio: apertura procedura informatica

  • 16 giugno: chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda

  • 23 giugno: download codici identificativi

  • 12 settembre: pubblicazione regole tecnicheper l’inoltro delladomanda online

  • da definire: click day

 

BANDI CAMERALI


Bando voucher internazionalizzazione Modena - 2022

Beneficiari: micro, piccole o medie imprese con sede legale e/o unità locale nel distretto della camera di commercio di Modena, attive e in regola con l’iscrizione al registro delle imprese.

Dotazione finanziaria: 100.000€

Progetti ammissibili:

- percorsi di rafforzamento della presenza all’estero

- sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero

Spese ammissibili

a) servizi di consulenza e/o formazione relativi a uno o più ambiti di attività a sostegno del commercio internazionale;

b) acquisto o noleggio di beni e servizi strumentali funzionali allo sviluppo delle iniziative;

c) realizzazione di spazi espositivi (virtuali o, laddove possibili, fisici, compreso il noleggio e l’eventuale allestimento, nonché l’interpretariato e il servizio di hostess) e incontri d’affari, comprendendo anche la quota di partecipazione/iscrizione e le spese per l’eventuale trasporto dei prodotti (compresa l’assicurazione).

Tutte le spese possono essere sostenute a partire dal 01/01/2022 fino al 31/12/2022.

Termini temporali

Le domande di contributo possono essere inviate a partire dalle ore 10:00 di lunedì 4 aprile fino alle ore 20:00 di mercoledì 13 aprile 2022. Le domande verranno ordinate in base all’ordine cronologico di presentazione delle pratiche telematiche.

 

BANDI REGIONALI


LOMBARDIA

Bando Nuova Impresa 2022 Beneficiari: micro, piccole e medie imprese che hanno aperto una nuova impresa in Lombardia dal 1°gennaio 2022 fino alla data di chiusura dello sportello per la presentazione della domande. La data di chiusura dello sportello sarà definita nel bando attuativo. Caratteristiche dell’impresa: ○ Deve essere iscritta nel Registro delle Imprese e attiva a decorrere dal 1° gennaio 2022 ○ Deve avere partita IVA attiva a decorrere dal 1° gennaio 2022. ○ Lavoratori autonomi: con partita IVA individuale attribuita dall’Agenzia delle Entrate attiva a decorrere dal 1° gennaio 2022. Dotazione finanziaria: 1.000.000€

Agevolazione: contributo a fondo perduto fino al 50% della spesa nel limite massimo di 10.000€ e a copertura delle sole spese in conto capitale. I progetti dovranno prevedere un investimento minimo di 3.000€. Spese: Le spese dovranno essere sostenute e quietanzate a seguito di avvio dell’impresa dal 1° gennaio 2022 ed entro il 31 dicembre 2022.

Sono ammissibili al contributo le sole spese in conto capitale, che dovranno costituire almeno il 50% del costo complessivo del progetto. Valutazione: secondo l'ordine cronologico Il bando attuativo uscirà entro il 14 marzo 2022. PIEMONTE

Bando formazione continua 2022: Beneficiari: imprese localizzate in Piemonte Dotazione finanziaria: 500.000,00€ Le attività di formazione autorizzate e inserite nel Catalogo regionale anno 2022 a valere sulla misura in oggetto, sono destinate ai titolari e coadiuvanti delle micro imprese che intendano partecipare a una o più attività del Catalogo per la propria formazione e alle micro, piccole, medie e grandi imprese localizzate nel territorio della Regione Piemonte che intendano far partecipare i propri addetti ad una o più attività comprese nel suddetto Catalogo. Voucher: vengono rilasciati voucher di partecipazione per un valore massimo complessivo non superiore a € 3.000,00 pro capite per un triennio, utilizzabili presso i soggetti erogatori titolari delle attività stesse (di seguito Agenzie Formative), a parziale copertura del costo del corso a catalogo.  Contributo: per ogni attività formativa il voucher di partecipazione può coprire una quota percentuale diversificata (dal 50% al 70%) del costo complessivo della stessa indicato nel Catalogo regionale anno 2022, in relazione alla dimensione dell’impresa richiedente; la quota complementare è a carico dell’impresa stessa.

Bando per l'innovazione delle imprese di riparazione di mezzi sostenibili: Con Deliberazione della Giunta Regionale 22 dicembre 2021, n. 70-4438 la Regione Piemonte, tramite una dotazione integrativa sulla Misura “Sostegno agli investimenti per lo sviluppo delle imprese e per l’ammodernamento e innovazione dei processi produttivi”, vuole sostenere prioritariamente il miglioramento tecnologico del comparto della riparazione, finalizzato all’uso e manutenzione dei trasporti sostenibili, attraverso l’acquisizione di nuove attrezzature e competenze per intervenire sulle nuove motorizzazioni (elettrico, ibrido ed idrogeno) e su mezzi di trasporto interconnessi. Beneficiari: Micro, piccole e medie imprese artigiane piemontesi attive nel comparto della riparazione, finalizzato all’uso e manutenzione dei trasporti sostenibili Investimenti: ○ attività di formazione ○ misure di sicurezza ○ software, investimenti in cloud e collegamenti informatici a bandalarga ○ attrezzature specifiche Importo minimo dell’investimento pari a: ○ € 25.000 per micro e piccole imprese; ○ € 250.000 per le medie imprese Contributo: ○ finanziamento agevolato a copertura fino al 100% delle spese ammissibili. La percentuale massima di intervento con risorse regionali è pari al 70% del finanziamento complessivo concedibile, con i seguenti limiti:

■ micro imprese:€ 500.000 ■ piccole imprese: 1.000.000 ■ medie imprese: € 1.500.000 Contributo a fondo perduto: ■ micro imprese: 10% della quotadi finanziamento ■ piccole imprese: 8% della quota di finanziamento ■ medie imprese: 4% della quotadi finanziamento FRIULI VENEZIA - GIULIA Contributi per l'economia circolare e l'efficientamento energetico Beneficiari: micro, piccole e medie imprese, le grandi imprese, aventi sede sul territorio regionale

Domanda: dalle ore 10.00 di martedì 8 marzo 2022 alle ore 16.00 di martedì 12 aprile 2022. Spese: sono ammissibili i costi relativi all'acquisto o all’acquisizione in leasing di strumenti e attrezzature nonché i costi relativi a beni immateriali, quali brevetti, know-how, diritti di licenza e software specialistici acquisiti. Sono inoltre ammissibili le spese per l'acquisizione di studi e consulenze realizzate da imprese e professionisti, da università e da istituti di ricerca e trasferimento tecnologico e da enti pubblici.

L’importo minimo di spesa ammissibile prevista dal progetto non deve essere inferiore a 75.000,00 euro.

Tempistiche: sono ammissibili i progetti avviati a partire dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda.

Contributo:

○ PMI: pari al 50% della spesa ammissibile;

○ grande impresa: pari al 15% della spesa ammissibile.

Il limite massimo del contributo concedibile per ciascuna domanda è pari a 200.000,00€

Valutazione: a graduatoria seconda il punteggio


Realizzazione di progetti di ricerca, sviluppo, innovazione e industrializzazione

Dotazione finanziaria: 6.000.000€

Beneficiari: micro, piccole, medie e grandi imprese del settore manifatturiero e terziario attive sul territorio regionale.

Interventi ammissibili: Sono finanziabili progetti di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale realizzati nelle sedi o unità operative localizzate nel territorio regionale in cui l’impresa realizza abitualmente attività di produzione di beni o servizi. I progetti possono avere una durata massima di 18 mesi, prorogabile di 3 mesi, e, in via eccezionale e alle condizioni previste dal bando, di ulteriori 3 mesi e devono essere avviati successivamente alla presentazione della domanda, non oltre 30 giorni dalla comunicazione dell'assegnazione del contributo con l’approvazione della graduatoria.

Contributo: Le intensità di contributo sono applicabili in funzione della tipologia di attività, della dimensione delle imprese e dell'eventuale pluralità di partner:

- micro e piccola impresa

Ricerca 55% Sviluppo 30% per progetti singoli

Ricerca 70% Sviluppo 45% per progetti congiunti

- media impresa

Ricerca 45% Sviluppo 20% per progetti singoli

Ricerca 60% Sviluppo 35% per progetti congiunti

- grande impresa

Ricerca 35% Sviluppo 10% per progetti singoli

Ricerca 50% Sviluppo 25% per progetti congiunti

Le intensità dell’aiuto sono maggiorate nella misura del 5% nel caso in cui il progetto abbia una durata, comprensiva di eventuali proroghe, non superiore a 12 mesi.

Il limite massimo di contributo concedibile a ciascuna impresa è di 600.000 euro.

Domanda: Le domande possono essere presentate fino alle ore 16.00 del 31 marzo 2022. Valutazione domande: in caso di parità di punteggio si segue l’ordine cronologico delle domande.


Brevettazione di prodotti propri e acquisizione di brevetti e attivi immateriali

Beneficiari: PMI e le grandi imprese dei settori manifatturiero e terziario

Interventi ammissibili:

a) brevettazione di prodotti propri;

b) acquisizione di brevetti e attivi immateriali relativi ad innovazioni finalizzate al ciclo

produttivo o ai prodotti aziendali.

Spese ammissibili: devono essere sostenute in data successiva a quella di presentazione della domanda e riguardare:

a) costi per ricerche di anteriorità e/o novità riferite all’oggetto della domanda di

brevetto e di registrazione;

b) le spese da sostenere prima della concessione del diritto, connesse alla reparazione, presentazione e trattamento della domanda, comprese le tasse di deposito e i diritti camerali, nonché le spese per il rinnovo della domanda prima della concessione del diritto;

c) le spese per la traduzione e altre spese da sostenere al fine di ottenere la concessione o il riconoscimento del diritto in ambito nazionale, europeo ed internazionale;

d) le spese da sostenere per difendere la validità del diritto nel quadro ufficiale del trattamento della domanda e di eventuali procedimenti di opposizione, anche se sostenute dopo la concessione del diritto. Non sono ammissibili i costi periodici di mantenimento di brevetti già in essere.

Contributo: Il limite minimo di spesa ammissibile è di 5.000,00 euro. Il limite massimo di contributo concedibile a ciascuna impresa è di 50.000,00 euro, in regime de minimis. Le imprese possono presentare una sola domanda di contributo a valere sull’Avviso. Tempistiche: fino alle ore 16:00 del 15 giugno 2022.

 

PIANO TRANSIZIONE 4.0


CREDITO DI IMPOSTA PER MACCHINARI E ATTREZZATURE 4.0:

Agevolazioni per le imprese che investono in beni strumentali, nuovi materiali funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi.

Il Credito di imposta previsto è del 40% nel 2022; fruizione del credito in 3 anni; compensazione immediata in F24 dall’anno di interconnessione.


CREDITO DI IMPOSTA PER SOFTWARE 4.0:

Agevolazioni per le imprese che investono in beni strumentali nuovi immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi. Credito di imposta del 20%; fruizione del credito in 3 anni; compensazione immediata in F24 dall’anno di interconnessione.


CREDITO DI IMPOSTA RICERCA, SVILUPPO, INNOVAZIONE E DESIGN:

Confermato fino al periodo in corso al 31 dicembre 2022.

Riguarda nel dettaglio:

  • Credito d'Imposta del 20% per attività di ricerca e sviluppo;

  • Credito d'Imposta del 10% (elevato al 15% nel caso di obiettivi di transizione ecologica o innovazione digitale 4.0);

  • Credito d'Imposta del 10% per attività di design e ideazione estetica..


FINANZIAMENTI AGEVOLATI “NUOVA SABATINI”:

Investimenti delle PMI per acquisto o acquisizione in leasing di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo, hardware, software e tecnologie digitali. Contributo pari al valore degli interessi calcolati al:

- 2,75% per gli investimenti ordinari;

- 3,575% per gli investimenti in tecnologie 4.0 e tecnologie GREEN.

Cumulabile con il Credito di imposta per Investimenti.


CREDITO DI IMPOSTA FORMAZIONE 4.0: Per il periodo in corso al 31 dicembre 2020 e fino a quello in corso al 31 dicembre 2022 sono ammissibili:

  • le spese di personale relative ai formatori per le ore di partecipazione alla formazione;

  • i costi di esercizio relativi a formatori e partecipanti alla formazione direttamente connessi al progetto di formazione;

  • i costi dei servizi di consulenza connessi al progetto di formazione;

  • le spese di personale relative ai partecipanti alla formazione e le spese generali indirette.

Per le aliquote relative alle diverse agevolazioni si rimanda alla tabella sottostante:



 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.

Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.

Comments


bottom of page