Novità Legge di Bilancio 2020

Aggiornamento: 27 gen 2020


PIANO TRANSIZIONE 4.0


Una nuova politica industriale

Al fine di sostenere più efficacemente il processo di transizione digitale delle imprese, la spesa privata in ricerca e sviluppo e in innovazione tecnologica, e l'accrescimento delle competenze nelle materie connesse alle tecnologie abilitanti, è stata ridefinita la disciplina degli incentivi fiscali previsti dal Piano Nazionale Impresa 4.0.


  • NUOVO CREDITO DI IMPOSTA SU BENI STRUMENTALI;

  • NUOVO CREDITO DI IMPOSTA R&S, INNOVAZIONE E DESIGN;

  • PROROGA DEL CREDITO DI IMPOSTA FORMAZIONE 4.0.




 

NUOVO CREDITO DI IMPOSTA SU BENI STRUMENTALI


Tale credito di imposta sostituisce gli incentivi del super e iper ammortamento previsti dal Piano Nazionale Impresa 4.0.


Beneficiari

Imprese che a decorrere dal 1° gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020 (o entro il 30 giugno 2021 a condizione che entro il 31 dicembre il relativo ordine risulti accettato e sia avvenuto il pagamento di acconti almeno pari al 20%) effettuano investimenti in beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate in italia.


Calcolo del credito di imposta

Per gli investimenti aventi ad oggetto beni ricompresi nell'allegato A il credito è riconosciuto nella misura del 40% del costo, per la quota di investimento fino a 2,5 milioni di €, e nella misura del 20% del costo, per la quota di investimenti oltre i 2,5 milioni di €, e fino al limite massimo di costi complessivamente ammissibili pari a 10 milioni di €. Il credito è utilizzabile esclusivamente in compensazione in 5 quote annuali di pari importo, a decorrere dall'anno successivo a quello di avvenuta interconnessione del bene.Per gli investimenti aventi ad oggetto beni ricompresi nell'allegato B il credito è riconosciuto nella misura del 15% del costo, nel limite massimo di costi ammissibili pari a 700.000 €. Si considerano ammissibili anche le spese per servizi sostenute in relazione all'utilizzo dei beni di cui al predetto allegato B mediate soluzioni di cloud computing, per la quota imputabile per competenza. Il credito è utilizzabile esclusivamente in compensazione in 5 quote annuali di pari importo, a decorrere dall'anno successivo a quello di avvenuta interconnessione del bene.Per gli investimenti aventi ad oggetto beni diversi da quelli di cui ai punti precedenti, il credito è riconosciuto nella misura del 6%, nel limite massimo di costi ammissibili pari a 2 milioni di €. Il credito è utilizzabile esclusivamente in compensazione in 3 quote annuali di pari importo, a decorrere dall'anno successivo a quello di entrata in funzione del bene.


Adempimenti