top of page

Bando Voucher Digitali I4.0 Padova Anno 2021



Soggetti beneficiari:

Micro, piccole e medie imprese che hanno sede legale e/o unità locali nel territorio della

Camera di Commercio di Padova appartenenti a tutti i settori economici.


Ambiti di intervento

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale ricompresi nel presente Regolamento dovranno riguardare almeno una delle seguenti tecnologie, inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi:


1. robotica avanzata e collaborativa;

2. interfaccia uomo-macchina;

3. manifattura additiva e stampa 3D;

4. prototipazione rapida;

5. internet delle cose e delle macchine;

6. cloud, fog e quantum computing;

7. cyber security e business continuity;

8. big data e analytics;

9. intelligenza artificiale;

10. blockchain;

11. soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà

aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);

12. simulazione e sistemi cyberfisici;

13. integrazione verticale e orizzontale;

14. soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;

15. soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con

elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM,

incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);

16. sistemi di e-commerce, loro realizzazione, implementazione, integrazione, rifacimento

(indicare il sito a cui si riferiscono le spese per cui viene richiesto il contributo); sono

ammissibili anche le spese per consulenze e per realizzazione di campagne pubblicitarie

su social media;

17. sistemi per lo smart working e il telelavoro (es: piattaforme per il lavoro a distanza; app;

sostituzione/acquisto di attrezzature per consentire il lavoro da remoto; è escluso dalle

spese ammissibili l’acquisto di smartphones e tablet);

18. soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo, di vendita per

favorire forme di distanziamento fisico dettate dalle misure di contenimento legate

all’emergenza sanitaria da Covid-19, comprese soluzioni tecnologiche per il

posizionamento strategico e commerciale dell’impresa sui canali digitali (es: sistemi di

prenotazione online, strumentazione e servizi per la connettività, modem e router Wi-Fi,

switch, antenne, VPN, VDI, comprese spese per consulenze, formazione e per realizzazione

di campagne pubblicitarie su social media con i limiti di cui al successivo art.7, comma 2,

lettera c). Non sono ammissibili canoni per spese ordinarie di connettività, telefono, ADSL,

fibra);

19. connettività a Banda Ultralarga (non sono ammissibili canoni per spese ordinarie di

connettività alla rete);

20. sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;

21. sistemi EDI, electronic data interchange;

22. geolocalizzazione;

23. tecnologie per l’in-store customer experience;

24. system integration applicata all’automazione dei processi;

25. sistemi per la formazione online e a distanza (realizzazione o acquisto piattaforme,

licenze per il loro utilizzo, sistemi audio/video per la fornitura di unità didattiche online);


Tipologia ed entità del contributo

• Il contributo a fondo perduto non può superare il 50% delle spese ammissibili, avrà un

importo unitario massimo di € 5.000,00 e un importo minimo pari ad € 1.500.

• L’investimento minimo da sostenere (spese ammissibili) è pari ad € 3.000.

• Premialità aggiuntiva di € 100,00 per aziende iscritte ad Elenchi di rating di legalità.


Investimenti ammissibili

Sono ammissibili le spese per:

a) servizi di consulenza e/o formazione, finalizzati all’introduzione e/o all’apprendimento e/o all’integrazione di una o più tecnologie;

b) acquisto di beni strumentali e servizi, inclusi dispositivi e spese di connessione, relativi alle

tecnologie previste dal Bando.


I fornitori dei percorsi formativi e di consulenza dovranno essere:

1. Competence center;

2. incubatori certificati;

3. FABLAB;

4. Centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0;

5. Start-up innovative;

6. Innovation Manager;

7. Ulteriori fornitori a condizione che essi abbiano realizzato nell’ultimo triennio almeno tre

attività, a favore di clienti diversi, per servizi di consulenza/formazione alle imprese, nell’ambito delle tecnologie di cui all’art. 2, comma 2. Il fornitore è tenuto, al riguardo, a

produrre una autocertificazione attestante tale condizione da consegnare all’impresa

beneficiaria prima della domanda di contributo.

8. Relativamente ai soli servizi di formazione, l’impresa potrà avvalersi anche di agenzie

formative accreditate dalle Regioni, Università e Scuole di Alta formazione riconosciute

dal MIUR, Istituti Tecnici Superiori.


I fornitori di beni strumentali e servizi, consulenze e formazione a favore di altre imprese

partecipanti al bando non possono essere soggetti beneficiari del contributo.


I fornitori di beni e/o di servizi non possono essere in rapporto di controllo/collegamento con l’impresa beneficiaria.


Potranno essere ammesse solo le spese sostenute e quietanzate a partire dal 01/01/2021 fino al la data di presentazione della domanda.


Termini temporali

Le richieste di voucher devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con

firma digitale del legale rappresentante dell’impresa, attraverso lo sportello on line Contributi alle imprese”, all’interno del sistema WebTelemaco di Infocamere Servizi e-gov, dalle ore 9.30 del 13/09/2021 alle ore 19.00 del 20/09/2021, salvo chiusura anticipata per esaurimento fondi.


E’ prevista una procedura valutativa a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.



 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende di Padova nella presentazione della domanda e per tutti gli iter burocratici. Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.

Comments


bottom of page