top of page

Contributi per Brevetti, Marchi e Disegni: riapertura bandi 2021



Il bando dedicato alle IMPRESE (no liberi professionisti) a livello nazionale riguarda l’industrializzazione dei brevetti, la registrazione dei marchi e il deposito di disegni.


Le nuove versioni dei bandi, contengono alcune novità in relazione ai requisiti di accesso e alle agevolazioni concedibili e, per quanto riguarda le misure Disegni+ e Marchi+, è stata introdotta una nuova procedura telematica di presentazione delle domande, uniformandola a quella di Brevetti+, in modo tale da semplificare l’accesso per le imprese richiedenti.




Bando BREVETTI+ 2021



Soggetti beneficiari


Possono presentare domanda di accesso alle agevolazioni le micro, piccole e

medie imprese, anche di nuova costituzione, iscritte nel Registro delle Imprese,

aventi sede legale ed operativa in Italia, che si trovino in una delle seguenti

condizioni:


a) siano titolari di un brevetto per invenzione industriale concesso in Italia

successivamente al 01/01/2017 o titolari di una licenza esclusiva trascritta

all’UIBM di un brevetto per invenzione industriale concesso in Italia

successivamente al 01/01/2017. In entrambi i casi i brevetti devono essere in

regola con i pagamenti delle tasse di mantenimento in vita, ove dovute, al

momento della presentazione della domanda;


b) siano titolari di una domanda nazionale di brevetto per invenzione industriale

depositata successivamente al 01/01/17 con un rapporto di ricerca con esito

“non negativo”;


c) siano titolari di una domanda di brevetto europeo o di una domanda

internazionale di brevetto depositata successivamente al 01/01/17, con il

relativo rapporto di ricerca con esito “non negativo”, che rivendichi la

priorità di una precedente domanda nazionale di brevetto.



Investimenti ammissibili


Il contributo è finalizzato all’acquisto di servizi specialistici, correlati e strettamente

connessi alla valorizzazione economica del brevetto e funzionali alla sua

introduzione nel processo produttivo ed organizzativo dell’azienda proponente, al

fine di accrescere le capacità competitive della stessa.


Sono ammissibili i costi dei seguenti servizi, esclusa IVA:


A- Progettazione, industrializzazione e ingegnerizzazione


  • studio di fattibilità (specifiche tecniche con relativi elaborati, individuazione materiali, definizione ciclo produttivo, layout prodotto, analisi dei costi e dei relativi ricavi);

  • progettazione produttiva;

  • studio, progettazione ed ingegnerizzazione del prototipo;

  • realizzazione firmware per macchine controllo numerico;

  • progettazione e realizzazione software solo se relativo al procedimento oggetto della domanda di brevetto o del brevetto;

  • test di produzione;

  • produzione pre-serie (solo se funzionale ai test per il rilascio delle certificazioni);

  • rilascio certificazioni di prodotto o di processo.


B- Organizzazione e sviluppo

  • servizi per la progettazione organizzativa;

  • organizzazione dei processi produttivi;

  • servizi di IT Governance;

  • analisi per la definizione qualitativa e quantitativa dei nuovi mercati geografici e settoriali;

  • definizione della strategia di comunicazione, promozione e presidio dei canali distributivi.


C-Trasferimento tecnologico

  • predisposizione accordi di segretezza;

  • predisposizione accordi di concessione in licenza del brevetto;

  • costi dei contratti di collaborazione tra PMI e istituti di ricerca/università (accordi di ricerca sponsorizzati).


Il progetto non può basarsi su un solo servizio, deve essere almeno presente un

servizio A) e i servizi B)+C) non possono superare il 40% del totale del piano richiesto

Le spese devono essere sostenute (fatturate) successivamente alla data di

presentazione della domanda.



Tipologia ed entità del contributo

  1. E’ prevista la concessione di un’agevolazione in conto capitale, nel rispetto della regola del de minimis, del valore massimo di € 140.000. Tale agevolazione non può essere superiore all’ 80% dei costi ammissibili e non è cumulabile con altre agevolazioni.


Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 12:00 del 28 Settembre

2021 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.


Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa con

procedimento a sportello.




SCARICA LA SCHEDA TECNICA DEL BANDO BREVETTI+ 2021


SCHEDA TECNICA BANDO BREVETTI+ 2021
.pdf
Scarica PDF • 116KB


 


Bando Marchi+ 2021



Soggetti beneficiari

  • Micro, piccole e medie imprese iscritte al Registro delle imprese con sede legale e operativa in Italia;

  • essere regolarmente costituite, iscritte nel Registro delle Imprese e attive;

  • non essere in stato di liquidazione o scioglimento e non essere sottoposte a procedure concorsuali; ed essere in regola con l’assolvimento degli obblighi contributivi attestati dal Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC);

  • di non avere nei propri confronti cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all’art. 67 della vigente normativa antimafia (D. Lgs. N. 159/2011 e s.m.i.);

  • non avere procedimenti amministrativi in corso connessi ad atti di revoca per indebita percezione di risorse pubbliche;

  • essere titolari del/i marchio/i oggetto della domanda di agevolazione.


Investimenti ammissibili

MISURA A – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso EUIPO attraverso l’acquisto di servizi specialistici; - l’impresa deve aver effettuato, a decorrere dal 1° giugno 2018, il deposito della domanda di registrazione presso EUIPO del marchio oggetto dell’agevolazione e aver ottemperato al pagamento delle relative tasse di deposito; - aver ottenuto la registrazione, presso EUIPO, del marchio dell’Unione europea oggetto della domanda di partecipazione. Tale registrazione deve essere avvenuta in data antecedente la presentazione della domanda di partecipazione;



MISURA B – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI attraverso l’acquisto di servizi specialistici.


L’impresa deve aver effettuato, a decorrere dal 1°Giugno 2018, almeno una delle seguenti attività:

  • il deposito della domanda di registrazione presso OMPI di un marchio registrato a livello nazionale presso UIBM o di un marchio dell’Unione europea registrato presso EUIPO e aver ottemperato al pagamento delle relative tasse di registrazione;

  • il deposito della domanda di registrazione presso OMPI di un marchio per il quale è già stata depositata domanda di registrazione presso UIBM o presso EUIPO e aver ottemperato al pagamento delle relative tasse di registrazione;

  • il deposito della domanda di designazione successiva di un marchio registrato presso OMPI e aver ottemperato al pagamento delle relative tasse di registrazione.

  • aver ottenuto la pubblicazione della domanda di registrazione sul registro internazionale dell’OMPI (Madrid Monitor) del marchio oggetto della domanda di partecipazione. La pubblicazione della domanda di registrazione del marchio sul registro internazionale dell’OMPI (Madrid Monitor) deve essere avvenuta in data antecedente la presentazione della domanda di partecipazione.


Spese ammissibili

a. Progettazione della rappresentazione;

b. Assistenza per il deposito;

c. Ricerche di anteriorità;

d. Assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni seguenti al deposito della domanda di registrazione;

e. Tasse sostenute presso UIBM o EUIPO e presso OMPI per la registrazione internazionale.


Le fatture devono essere emesse e saldate a decorrere dal 1° giugno 2018 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di partecipazione e intestate all’impresa richiedente l’agevolazione.


Tipologia ed entità del contributo

L’agevolazione prevista dal presente bando è concessa nella forma tecnica di contributo in conto capitale, fino ad un massimo di 20.000€ presentando più richieste di agevolazione, sia per la Misura A sia per la Misura B.




SCARICA LA SCHEDA TECNICA DEL BANDO MARCHI+ 2021



SCHEDA TECNICA BANDO MARCHI +2021
.pdf
Scarica PDF • 151KB




 

Bando Disegni+ 2021




Soggetti beneficiari

  • Micro, piccole e medie imprese iscritte al Registro delle imprese con sede legale e operativa in Italia;

  • essere regolarmente costituite, iscritte nel Registro delle Imprese e attive;

  • non essere in stato di liquidazione o scioglimento e non essere sottoposte a procedure concorsuali ed essere in regola con l’assolvimento degli obblighi contributivi attestati dal Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC);

  • essere titolari del disegno/modello oggetto del progetto di valorizzazione. Il disegno/modello deve essere registrato presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) o l’Ufficio dell’Unione europea per la Proprietà Intellettuale (EUIPO) o l’Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale (OMPI). In tale ultimo caso tra i Paesi designati deve esserci l’Italia. Il disegno/modello deve essere registrato a decorrere dal 1° gennaio 2019 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di partecipazione ed essere in corso di validità.


Investimenti ammissibili

Il progetto deve prevedere l’acquisizione di servizi specialistici esterni volti alla valorizzazione di un disegno/modello per la sua messa in produzione e/o per la sua offerta sul mercato.


Il disegno/modello, come sopra definito, può essere oggetto di una sola domanda di partecipazione. Il disegno/modello oggetto della domanda non deve essere già stato agevolato dai bandi Disegni+2, Disegni+3 e Disegni+4.


Può essere agevolata soltanto una domanda per impresa.


Spese ammissibili

a. Ricerca sull’utilizzo di materiali innovativi;

b. Realizzazione di prototipi;

c. Realizzazione di stampi;

d. Consulenza tecnica per la catena produttiva finalizzata alla messa in produzione del prodotto/disegno;

e. Consulenza tecnica per certificazioni di prodotto o di sostenibilità ambientale;

f. Consulenza specializzata nell’approccio al mercato (es. business plan, piano di marketing, analisi del mercato, progettazione layout grafici e testi per materiale di comunicazione offline e online) e per la valutazione tecnico-economica del disegno/modello;

g. Consulenza legale per la tutela da azioni di contraffazione (azioni legali relative a casi concreti).


Per la realizzazione del progetto sono riconosciute ammissibili le spese per l’acquisizione dei servizi specialistici esterni sostenute successivamente alla data di registrazione del disegno/modello e in ogni caso non antecedenti alla data del 23/07/2021.


Tipologia ed entità del contributo

L’agevolazione prevista dal presente bando è concessa nella forma tecnica di contributo in conto capitale.


Le agevolazioni sono concesse fino all’80% delle spese ammissibili entro l’importo massimo di euro 60.000,00.




SCARICA LA SCHEDA TECNICA DEL BANDO DISEGNI+ 2021



SCHEDA TECNICA BANDO DISEGNI +2021
.pdf
Scarica PDF • 131KB



 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici relative ai singoli Bandi. Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.

Kommentare


bottom of page