Credito di Imposta sui prodotti da riciclo



Soggetti beneficiari


Imprese che impiegano materiali e prodotti derivanti, per almeno il 75% della loro composizione, dal riciclaggio di rifiuti o di rottami.


Spese ammissibili


Per l’anno 2020, è riconosciuto un contributo pari al 25% del costo di acquisto di:

a) semilavorati e prodotti finiti derivanti, per almeno il 75% della loro composizione, dal riciclaggio di rifiuti o di rottami;

b) compost di qualità derivante dal trattamento della frazione organica differenziata dei rifiuti.


Requisiti tecnici


Il possesso dei requisiti tecnici di cui al comma 1, lettera a) , è dimostrato mediante:

a) un’etichetta di prodotto rilasciata sulla base di una verifica in sito del bilancio di massa effettuata da un organismo di valutazione della conformità, accreditato ai sensi del regolamento (UE), nell’ambito di uno schema di certificazione sul contenuto di riciclato o di una norma tecnica nazionale o Prassi di riferimento UNI;

b) una certificazione di prodotto rilasciata da un organismo di valutazione della conformità, accreditato ai sensi del regolamento (UE) che validi, sulla base di una verifica in situ del bilancio di massa, il contenuto di riciclato auto dichiarato dal produttore in conformità alla norma tecnica UNI EN ISO 14021;

c) una dichiarazione ambientale di prodotto (EPD), conforme alla norma UNI EN 15804 o alla norma UNI EN ISO 14025, che attesti il contenuto di riciclato.


Tipologia ed entità del contributo


Il contributo prevede un rimborso sotto forma di credito d’imposta, pari al 25% della spesa sostenuta per l’acquisto dei prodotti riciclati, fino a un importo massimo di 10.000 euro per ciascun beneficiario, corrisposto secondo l'ordine di presentazione delle domande ammissibili, nel limite complessivo di 10 milioni di euro.


Termini temporali


Le domande potranno essere presentate esclusivamente in forma elettronica, tramite la piattaforma informatica Invitalia PA Digitale fino alle ore 12.00 del 21 febbraio 2022. Per la presentazione delle istanze occorre essere in possesso di un'identità SPID. Le domande vengono valutate secondo l’ordine cronologico di presentazione.



 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle imprese della Regione Emilia-Romagna coinvolte nel Bando Digital Export 2022. Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.