top of page

Pubblicato il nuovo Regolamento "de minimis"

Il nuovo Regolamento UE n. 2023/2831 è stato recentemente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea.

Questo regolamento aggiorna le disposizioni relative all'applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell'Unione Europea, in particolare per quanto riguarda gli aiuti "De Minimis".

Una spina bianca ricoperta da una pianta

Per non perderti più nessuna notizia, iscriviti al nostro canale Telegram.


Il nuovo Regolamento de minimis (Reg. UE n. 2023/2831) adottato dalla Commissione Europea introduce importanti modifiche alle regole per gli aiuti di importo limitato concessi dagli Stati membri alle imprese.


  • Dal 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2030, il massimale per gli aiuti de minimis a un'impresa aumenta da 200.000 euro a 300.000 euro in tre anni, per contrastare l'inflazione.


Esclusione dalle Regole degli Aiuti di Stato

  • Il Regolamento stabilisce che gli aiuti sotto questi limiti sono esclusi dalle regole degli aiuti di Stato dell'UE, in quanto non influenzano significativamente la libera concorrenza nel mercato unico.


Cambiamenti nel Nuovo Regolamento

  • Aumento del massimale per impresa da 200.000 euro a 300.000 euro in tre anni.

  • Introduzione dell'obbligo per gli Stati membri di registrare gli aiuti de minimis in un registro centrale a livello nazionale o dell'UE dal 1° gennaio 2026.

  • Introduzione di "porti sicuri" per gli intermediari finanziari, facilitando gli aiuti sotto forma di prestiti e garanzie.

Processo di Revisione

Le modifiche ai due regolamenti sono il risultato di un processo di revisione avviato dalla Commissione in vista della loro scadenza del 31 dicembre 2023.

Queste modifiche sono significative per le imprese che ricevono aiuti di Stato, offrendo maggiore flessibilità e risorse in un contesto economico in evoluzione.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


Comments


bottom of page