Smart Working: emergenza da COVID-19



In questo momento di emergenza la maggior parte di noi sta lavorando in Smart Working, di seguito alcune raccomandazioni per la gestione dei dati e delle informazioni rispetto ad attacchi Cibernetici secondo il Reg.to UE 679/2016.


Vi consigliamo di adottare adeguate misure di sicurezza quali:



Il dipendente in Smart Working nella qualità di “autorizzato” del trattamento dei dati personali, è tenuto, anche presso il proprio luogo di prestazione fuori sede, ad osservare tutte le istruzioni e misure tecniche ed organizzative previste:


  • custodire con diligenza la documentazione, i dati e le informazioni dell’Amministrazione utilizzati in connessione con la prestazione lavorativa;

  • al rispetto delle previsioni del Regolamento UE 679/2016 e del D.lgs. 196/2003 come modificato dal d.lgs. n. 101/2018 in materia di privacy e protezione dei dati personali.

Nello specifico ecco alcune linee guida che il dipendente “autorizzato” deve adottare per un corretto Trattamento Dati in Smart Working:


  • evitare che ai dati possano accedere persone non autorizzate;

  • bloccare l’elaboratore in dotazione in caso di allontanamento dalla postazione di lavoro, anche se per breve tempo;

  • qualora non si utilizzino dispositivi forniti dal Titolare del trattamento verificare di aver adottato adeguate Misure di Sicurezza (vedi sopra);

  • alla conclusione della prestazione lavorativa giornaliera conservare e tutelare i documenti eventualmente stampati.

Contatti del Garante

In ottemperanza alle recenti disposizioni del Governo, gli uffici del Garante restano pienamente operativi, prevalentemente in modalità smart working.


Il centralino è operativo dalle ore 9,00 alle ore 17,00, al numero 06.696771.

Eventuali comunicazioni e documenti potranno essere trasmessi all'Autorità esclusivamente in formato elettronico mediante i canali sotto indicati*:


• Posta elettronica: protocollo@gpdp.it

• Posta elettronica certificata: protocollo@pec.gpdp.it (questo indirizzo è configurato per ricevere SOLO comunicazioni provenienti da posta elettronica certificata)


*Il modello di segnalazione/ reclamo in materia di cyberbullismo va indirizzato alla casella cyberbullismo@gpdp.it


Per informazioni più dettagliate Vi consigliamo di leggere la Circolare CNI n. 526/XIX Sess./2020 in allegato.




Ti invitiamo a contattarci per ulteriori informazioni su come gestire i dati informatici aziendali lavorando da casa in Smart Working. Affidati al nostro Team di professionisti, contattaci qui via email o chiama il numero 0522 1401242