top of page

Sostegno degli Investimenti produttivi finalizzato all'innovazione delle imprese

Aggiornamento: 6 giu 2023

Promuovere la competitività e la sostenibilità delle imprese manifatturiere e di quelle operanti nell’ambito dei servizi alla produzione tramite il sostegno a investimenti di carattere innovativo e sostenibile.

Per non perderti più nessuna notizia, iscriviti al nostro canale Telegram.

 

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda di contributo le micro, piccole e medie imprese, aventi qualunque forma giuridica, operanti nei settori manifatturiero e dei servizi alla produzione.


Dotazione finanziaria

La dotazione complessiva è di 20 milioni di euro.


Interventi ammissibili

Sono ammissibili gli interventi aventi ad oggetto l’implementazione di tecnologie e sistemi finalizzati all’introduzione di innovazioni di processo, di prodotto, di servizio e organizzative idonee a:

  • Ottimizzare, efficientare e rendere più produttivi e sostenibili i processi aziendali interni;

  • Favorire la crescita e il consolidamento dell’impresa proponente all’interno delle filiere di appartenenza;

  • Favorire il posizionamento dell’impresa proponente in mercati e/o filiere produttive diverse da quelle di appartenenza;

  • Contribuire alla neutralità carbonica e alla lotta al cambiamento climatico;

  • Determinare una ricaduta positiva con riferimento ad uno o più dei 15 ambiti tematici cross - settoriali individuati nella nuova Strategia di specializzazione intelligente (S3) 2021/2027


Tipologia ed entità del contributo

Il contributo previsto nel bando sarà concesso nella forma del fondo perduto, nella misura massima del 40% della spesa ammessa e per un importo, comunque, non superiore a euro 150.000 e sarà calcolato come segue:

1. una quota parte sarà determinata in misura pari al 20% della spesa ammessa per la realizzazione del progetto, elevabile al 25% della spesa ammessa in presenza dei requisiti di premialità;

2. una quota parte - concedibile fino ad un massimo del della spesa ammessa e solo qualora il richiedente faccia ricorso, per la realizzazione del progetto, ad un mutuo bancario, - sarà costituita da un importo corrispondente ai costi per gli interessi, attualizzati alla data di presentazione della domanda, calcolati con riferimento ad un mutuo di importo almeno pari al 50% dell’investimento e di durata di almeno 4 anni e ad un tasso forfettario del 4%.


Qualora l’impresa richiedente non intenda contrarre un mutuo per la realizzazione del progetto, il contributo viene concesso nella sola misura del 20% (elevabile al 25% in caso di premialità) della spesa ammessa e comunque per un importo non superiore a euro 150.000.

La quota parte del contributo indicata nella lettera a) di cui sopra sarà concessa nella misura del 25% della spesa ammessa in presenza dei seguenti criteri di premialità:

  • Nel caso in cui i progetti proposti abbiano una ricaduta positiva effettiva in termini di incremento occupazionale a tempo indeterminato e stabile;

  • Qualora l’attività di impresa del richiedente sia caratterizzata, al momento della domanda, dalla rilevanza dellapresenza femminile e/o giovanile;

  • Nel caso in cui gli interventi contenuti nel progetto prevedano il recupero dei materiali e la conseguente riduzionedella produzione di rifiuti;

  • Nel caso in cui i soggetti proponenti, che abbiano un fatturato annuo pari o maggiore a 2 mln di €, siano in possesso, al momento della domanda, del rating di legalità;

  • Nel caso in cui i soggetti proponenti i progetti operino, con riferimento alle sedi operative/unità locali dove sirealizza l’intervento, nelle aree montane;

  • Nel caso in cui i soggetti proponenti i progetti operino, con riferimento alle sedi operative/unità locali dove si

  • Realizza l’intervento, nelle aree dell’Emilia-Romagna comprese nella carta nazionale degli aiuti di stato a finalitàregionale;

  • Nel caso in cui i soggetti proponenti i progetti operino, con riferimento alle sedi operative/unità locali dove si realizza l’intervento, nelle aree interne dell’Emilia-Romagna.


Tempistiche

Le domande di contributo dovranno essere trasmesse dalle ore 10.00 del 7 febbraio 2023 alle ore 13.00 del 1° marzo 2023.



 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.

bottom of page