top of page

Novità Finanziamenti/Bandi per le aziende Luglio 2022

Per non perderti più nessuna notizia, iscriviti al nostro canale Telegram.

 

Riassumiamo di seguito alcune delle opportunità di finanziamento, bandi, crediti, fondi attivi per il mese di Luglio 2022!


IN EVIDENZA

BANDI REGIONALI

BANDI CAMERALI

 

NEL DETTAGLIO


VOUCHER DIGITALI BOLOGNA 4.0

Soggetti beneficiari

Piccole, micro e medie-imprese che abbiano sede legale nella circoscrizione territoriale della camera di commercio di Bologna. Le imprese non devono già essere assegnatarie del bando voucher digitali 2021.

Ambiti di intervento

a) robotica avanzata e collaborativa;

b) interfaccia uomo-macchina;

c) manifattura additiva e stampa 3D;

d) prototipazione rapida;

e) internet delle cose e delle macchine;

f) cloud, High Performance Computing - HPC, fog e quantum computing;

g) soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – cyber exposure index,

vulnerability assessment, penetration testing etc);

h) big data e analytics;

i) intelligenza artificiale;

j) blockchain;

k) soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà

aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);

l) simulazione e sistemi cyberfisici;

m) integrazione verticale e orizzontale;

n) soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;

o) soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con

elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM,

incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc).

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese relative al funzionamento ordinario dei beneficiari (personale e oneri di carattere generale, quali ad esempio carta e altri materiali di consumo, telefonate, noleggi di attrezzature ecc.).

Sono ammissibili i costi per contratti di collaborazione coerenti con la normativa vigente, tirocini, stage e borse di studio a condizione che l’oggetto del contratto sottoscritto riguardi espressamente ed esclusivamente attività previste dal progetto finanziato dalla Camera e che il periodo rendicontato sia congruente con i tempi di realizzazione del progetto.

I costi di viaggio, soggiorno, ospitalità e ristorazione possono essere ammessi a contributo unicamente se espressamente approvati e autorizzati dalla Giunta o dalla Commissione esaminatrice se costituita con il provvedimento di approvazione del contributo ed in relazione al tipo di iniziativa agevolata.

Sono finanziabili i costi per spostamenti, strettamente necessari per la realizzazione delle iniziative ammesse a contributo, effettuati in ambito locale da fornitori, ospiti e beneficiari delle iniziative stesse.

Contributo

50 % dei costi ammissibili.

Investimento minimo 5.000€

Importo massimo del contributo 10.000€

Presentazione domanda

Dalle 11:00 del 12 Settembre alle 17:00 del 22 Settembre


BANDO PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI ANNO 2022

Contributo a fondo perduto per la misura massima del 100% delle spese ammissibili per la partecipazione a fiere internazionali all'estero o in Italia. Le spese sostenute devono essere relative al periodo dal 1° gennaio al 31 dicembre 2022.


VOUCHER PER SERVIZI EROGATI DA IMPRESE CREATIVE

Beneficiari: imprese di qualsiasi settore che vogliono acquisire servizi specialistici nel

settore creativo

Contributo: 80% a fondo perduto (massimo 10.000€)

Progetti ammissibili:

  • azioni di sviluppo di marketing e sviluppo del brand;

  • design e design industriale;

  • incremento del valore identitario del company profile;

  • innovazioni tecnologiche nelle aree della conservazione, fruizione e commercializzazione di prodotti di particolare valore artigianale, artistico e creativo.

Sostenimento spese: successive alla data di presentazione delle domande

Valutazione domande: procedura valutativa secondo l’ordine cronologico

Scadenze: compilazione delle domande dalle ore 10.00 del 6 settembre 2022; invio

della domanda dalle ore 10.00 del 22 settembre 2022


BANDO #RIPARTO: PERCORSI DI WELFARE AZIENDALE PER AGEVOLARE IL RIENTRO AL LAVORO DELLE MADRI, FAVORIRE LA NATALITÀ E IL WORK-LIFE BALANCE

Beneficiari: tutte le imprese

Richiesta di finanziamento:

○ per le microimprese dev’essere compresa tra un minimo di 15.000€ e un massimo di 50.000€ (il soggetto deve contribuire ai costi del progetto con almeno il 10% di risorse proprie -risorse umane, beni e servizi-)

○ per le piccole imprese dev’essere compresa tra un minimo di 30.000€ e un massimo di 100.000€ (il soggetto deve contribuire ai costi del progetto con almeno il 15% di risorse proprie -risorse umane, beni e servizi-);

○ per le medie imprese dev’essere compresa tra un minimo di 80.000€ e un massimo di 250.000€ (il soggetto deve contribuire ai costi del progetto con almeno il 20% di risorse proprie -risorse umane, beni e servizi-);

○ per le grandi imprese dev’essere compresa tra un minimo di 200.000€ e un massimo di 1.000.000€ (il soggetto deve contribuire ai costi del progetto con almeno il 30% di risorse proprie -risorse umane, beni e servizi-);

I progetti devono avere una durata di 24 mesi;

Valutazione domande: a punteggio

Scadenze: entro le ore 12:00 del 5 settembre 2022 occorre presentare la domanda via PEC all’indirizzo AvvisoRiParto@pec.governo.it


INVESTIMENTI SOSTENIBILI 4.0

Chiuso lo sportello per la presentazione delle domande di agevolazione per le aree del

Mezzogiorno, ma ancora attivo lo sportello destinato alle altre regioni del Centro-Nord.

Dotazione finanziaria: 678 milioni

Soggetti beneficiari: PMI

Contributo: dal 25% al 60% delle spese ammissibili a seconda della Regione di

appartenenza

Spese ammissibili:

○ macchinari, impianti e attrezzature;

○ opere murarie, nei limiti del 40% del totale dei costi ammissibili;

○ programmi informatici e licenze correlati all'utilizzo dei beni materiali;

○ acquisizione di certificazioni ambientali.

Valutazione: procedura valutativa con procedimento a sportello

Presentazione domanda: su Invitalia


BREVETTI+, MARCHI+ E DISEGNI+

Un nuovo decreto uscito in Gazzetta Ufficiale prevede la riapertura di tutti e 3 i bandi. Gli

avvisi usciranno entro 30 giorni dalla pubblicazione del decreto stesso. Si parla quindi di un

nuovo decreto entro il 6 agosto.

Gli importi delle risorse finanziarie disponibili per l'annualità 2022 ammontano a:

  • 20 milioni per la misura Brevetti+ a cui devono aggiungersi 10.000.000 milioni derivanti dalle risorse PNRR

  • 14 milioni per la misura Disegni+

  • 2 milioni per la misura Marchi+


BLOCKCHAIN E INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Beneficiari: Imprese di qualsiasi dimensione, costituite in forma societaria e che esercitano attività industriali di produzione di beni e servizi, agro-industriali, artigiane, di trasporto, di servizi alle imprese che esercitano attività ausiliarie alle precedenti.

Risorse: 45.000.000,00 €, così ripartite:

○ 25 milioni di euro per progetti volti a favorire lo sviluppo dell’intelligenza artificiale;

○ 10 milioni di euro per progetti volti a favorire lo sviluppo della tecnologia Blockchain;

○ 10 milioni di euro per progetti di sviluppo delle tecnologie Internet of things (IoT).

Progetti: devono prevedere la realizzazione di attività di “ricerca industriale”, “sviluppo sperimentale”, “innovazione dell'organizzazione” e “innovazione di processo”, finalizzate al sostegno e allo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di intelligenza artificiale, blockchain e internet of things;

Spese ammesse: da 500.000 a 2 milioni nelle seguenti categorie:

○ spese del personale;

○ costi relativi a strumentazione e attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto;

○costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne utilizzati esclusivamente ai fini del progetto;

○ spese generali supplementari e altri costi di esercizio, compresi i costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili al progetto.

Presentazione domande: dal 21 settembre 2022


SOSTEGNO A ECCELLENZE GASTRONOMICHE E AGROALIMENTARI

Firmato il 4 luglio dal ministro Patuanelli il decreto attuativo che prevede l’apertura di

un Fondo per il sostegno alle eccellenze della gastronomia e dell'agroalimentare italiano.

Il Fondo prevederà l'erogazione di agevolazioni fino al 70% dell'investimento, per un massimo di 30.000 euro per singola impresa, per l'acquisto di macchinari professionali e altri beni strumentali durevoli innovativi.

Le risorse sono pari a 56 milioni, di cui 25 milioni di euro per il 2022 e 31 milioni euro per il 2023.

I beneficiari sono le imprese di ristorazione con somministrazione, le pasticcerie e le gelaterie iscritte da almeno 10 anni al registro delle imprese.


PERCORSI DI WELFARE AZIENDALE

Beneficiari: tutte le imprese

Richiesta di finanziamento:

  • per le microimprese dev’essere compresa tra un minimo di 15.000€ e un massimo di 50.000€ (il soggetto deve contribuire ai costi del progetto con almeno il 10% di risorse proprie -risorse umane, beni e servizi-):

  • per le piccole imprese dev’essere compresa tra un minimo di 30.000€ e un massimo di 100.000€ (il soggetto deve contribuire ai costi del progetto con almeno il 15% di risorse proprie -risorse umane, beni e servizi-);

  • per le medie imprese dev’essere compresa tra un minimo di 80.000€ e un massimo di 250.000€ (il soggetto deve contribuire ai costi del progetto con almeno il 20% di risorse proprie -risorse umane, beni e servizi-);

  • per le grandi imprese dev’essere compresa tra un minimo di 200.000€ e un massimo di 1.000.000€ (il soggetto deve contribuire ai costi del progetto con almeno il 30% di risorse proprie -risorse umane, beni e servizi-);

  • I progetti devono avere una durata di 24 mesi;

Valutazione domande: a punteggio

Scadenze: entro le ore 12:00 del 5 settembre 2022 occorre presentare la domanda via PEC all’indirizzo AvvisoRiParto@pec.governo.it


BANDI REGIONALI


EMILIA ROMAGNA - Contributi in conto interesse alle Pmi che beneficiano di finanziamenti con provvista BEI

Beneficiari: MPMI in forma singola, inclusi i Liberi Professionisti titolari di partita IVA, che

al momento della presentazione della Domanda:

○ operano nei settori corrispondenti ai seguenti codici ATECO:

■ 55.1 Alberghi e strutture simili;

■ 55.3 Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte;

■ 68.20 Affitto e gestione di immobili di proprietà o in leasing, limitatamente agli immobili destinati ad attività di cui ai codici 55.1 e 55.3;

○ hanno ottenuto l’erogazione di un Prestito a scadenze di rimborso predefinite a valere sulla Provvista BEI da una delle Banche di cui all’art. 1;

Dotazione finanziaria: 4 milioni

Contributo: a fondo perduto, a titolo di De minimis o di esenzione ed è finalizzato ad abbattere gli interessi sui Prestiti erogati a valere sulla Provvista BEI. L’importo massimo

del contributo è di euro 200.000.

Tempistiche: ancora da definire

Selezione: a sportello sulla piattaforma Elixforms


LOMBARDIA - BANDO PER L’INNOVAZIONE DELLE FILIERE DI ECONOMIA CIRCOLARE

Beneficiari: MPMI in forma singola o associata

Dotazione finanziaria: 4,035 milioni

Contributo: a fondo perduto pari al 40% delle spese sostenute, per un investimento

minimo di 40.000,00 euro e un contributo massimo concedibile di 120.000,00 euro per

progetto.

Spese ammissibili:

○ Consulenza in misura non superiore al 25% delle spese in corrente ammesse a

contributo;

○Investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto;

○Assistenza e costi di acquisizione delle certificazioni ambientali di processo e di prodotto;

○Assistenza e costi di acquisizione delle certificazioni tecniche e di eventuale registrazione REACH;

○ Servizi per l’ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti relativi al progetto;

○Tecnologie per l’ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti relativi al progetto;

○ Materiali e forniture strumentali alla realizzazione del progetto (inclusi prototipi);

○ Spese per la tutela della proprietà industriale;

○ Spese del personale dell’azienda, solo se espressamente dedicato al progetto, fino ad un massimo del 10% della somma delle voci di spesa da a) a g).

Termini: procedura valutativa a graduatoria dalle ore 10.00 del 20 giugno 2022 fino alle ore 16.00 del 19 settembre

2022


EMILIA ROMAGNA - GAL Valli Marecchia e Conca - “Ampliamento e riqualificazione in zone rurali” (Seconda edizione)

Contributo: in forma di contributo in conto capitale, sarà pari al:

- 40% della spesa ammissibile nel caso di microimprese e PMI in forma singola o associata;

- 60% della spesa ammissibile nel caso di microimprese e PMI in forma singola o associata, che realizzano l’intervento qualora ricorra almeno una delle condizioni riportate nel bando.

La spesa ammissibile va da un minimo di € 15.000 ad un massimo di € 150.000.

Soggetti Beneficiari: PMI extra agricole

Spese ammissibili a titolo non esaustivo:

○ Costruzione e ristrutturazione di immobili/aree destinati/e all’attività aziendale;

○ Arredi funzionali all’attività;

○Strumenti, apparecchiature, macchinari, attrezzature funzionali al processo di sviluppo aziendale;

○ Impianti, attrezzature per la lavorazione dei prodotti e/o servizi;

○ Investimenti funzionali alla vendita delle produzioni/servizi;

○ Veicoli e relativi allestimenti;

○ Costi di informazione e comunicazione;

○ Realizzazione siti web;

○ Acquisizione di hardware e software;

○ Investimenti immateriali.

Modalità presentazione domande: on line compilando la specifica modulistica prodotta dal SIAG - Sistema Informativo Agricolo di AGREA. Per poter compilare la domanda on line è necessario farsi accreditare alla piattaforma con procedura Agrea.

Scadenze: dal 6 giugno 2022 al 30 settembre 2022


TRENTINO - CONTRIBUTI INSTALLAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI

Beneficiari: piccole, medie, grandi imprese che:

○ rientrino nei codici Ateco previsti dall’Allegato 8 dell’avviso

○ dispongano di una diagnosi energetica

○ si impegnino a rimuovere l’eventuale copertura in cemento amianto.

Le domande potranno essere presentate tramite piattaforma fino al 31 dicembre

2023.



BANDI CAMERALI


BANDO NUOVA IMPRESA

- LOMBARDIA

Soggetti beneficiari

Micro, piccole e medie imprese che hanno aperto una nuova impresa in Lombardia dal 1°gennaio 2022 fino alla data di chiusura dello sportello per la presentazione delle domande. L’impresa deve essere iscritta nel Registro delle Imprese e attiva a decorrere dal 1° gennaio 2022 oppure deve avere partita IVA attiva a decorrere dal 1° gennaio 2022.

Lavoratori autonomi con partita IVA individuale

- non iscritti al Registro delle Imprese

- che hanno dichiarato l’inizio attività ad uno degli uffici locali dell’Agenzia delle Entrate ovvero ad un ufficio provinciale dell’Imposta sul Valore Aggiunto della medesima Agenzia

- che hanno la partita IVA attribuita dall’Agenzia delle Entrate attiva a decorrere dal 1° gennaio 2022

- che hanno il domicilio fiscale in Lombardia, come risultante dall’Anagrafe Tributaria presso l’Agenzia delle Entrate.

Caratteristiche dell’agevolazione

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto fino al 50% della spesa ritenuta ammissibile nel limite massimo di 10.000 euro e a copertura delle sole spese in conto capitale. I progetti dovranno prevedere un investimento minimo di 3.000 euro. 

Spese ammissibili

Sono ammissibili, al netto di IVA, le seguenti tipologie di spesa in conto capitale:

a) acquisto di beni strumentali/macchinari/attrezzature/arredi nuovi, incluse le spese per il montaggio/trasporto/manodopera e realizzazione di strutture, anche in muratura, strettamente collegate. Le spese devono riguardare esclusivamente beni durevoli, non di consumo e strettamente funzionali all'attività svolta (non sono ammessi gli autoveicoli);

b) acquisto di software gestionale, professionale e altre applicazioni aziendali, licenze d’uso e servizi software di tipo cloud e saas e simili, brevetti e licenze d’uso sulla proprietà intellettuale, nella misura massima del 60% della spesa totale di progetto;

c) acquisto di hardware (sono escluse le spese per smartphone e cellulari);

d) registrazione e sviluppo di marchi e brevetti e per le certificazioni di qualità.

Sono ammissibili, al netto di IVA, le seguenti tipologie di spesa in conto corrente:

e) onorari notarili e costi relativi alla costituzione d'impresa (al netto di tasse, imposte, diritti e bolli anticipate dal notaio/consulente);

f) onorari per prestazioni e consulenze relative all'avvio d'impresa, nei seguenti ambiti: 1. marketing e comunicazione; 2. logistica; 3. produzione; 4. personale, organizzazione, sistemi informativi e gestione di impresa; 5. contrattualistica; 6. contabilità e fiscalità;

g) spese relative alle consulenze specialistiche legate alla registrazione allo sviluppo di marchi e brevetti, nonché per le

certificazioni di qualità di cui alla relativa voce di spesa in conto capitale;

h) canoni di locazione della sede legale e operativa della nuova impresa;

i) sviluppo di un piano di comunicazione (progettazione del logo aziendale, progettazione e realizzazione sito internet, registrazione del dominio, progettazione piano di lancio dell'attività) e strumenti di comunicazione e promozione (es. messaggi pubblicitari su radio, TV, cartellonistica, social network, banner su siti di terzi, Google Ads, spese per materiali pubblicitari, etc).

Scadenze

Le domande di contributo, corredate dalla rendicontazione, devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, tramite la piattaforma indicata sul sito di Unioncamere, a partire dalle ore 14.00 del 4 aprile 2022 e fino alle ore 12.00 del 31 marzo 2023.


VOUCHER DIGITALI FRIULI VENEZIA-GIULIA

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente Bando le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese come definite dall’Allegato I al Regolamento n. 651/2014/UE della Commissione europea, aventi sede legale nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio Venezia Giulia, e in regola con il pagamento del diritto annuale.

Spese ammissibili

Sono ammissibili spese per servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie tra quelle previste all’art. 2, comma 4 del presente Bando;

Sono ammissibili solo i costi direttamente relativi alla fornitura dei servizi di consulenza o formazione previsti dal presente Bando, con esclusione delle spese di trasporto, vitto e alloggio, comunicazione e generali sostenute dalle imprese beneficiarie del voucher.

Con il presente Bando, si intende finanziare, tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto (voucher) la seguente misura di innovazione tecnologica I4.0:

− Domande di contributo relative a servizi di consulenza e formazione finalizzati all’introduzione delle tecnologie di cui al comma 4 del presente articolo, presentate da singole imprese.

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale ricompresi nel presente Bando dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie dell’Elenco 2.

− Elenco 1: utilizzo delle seguenti tecnologie, inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:

a) robotica avanzata e collaborativa;

b) interfaccia uomo-macchina;

c) manifattura additiva e stampa 3D;

d) prototipazione rapida;

e) internet delle cose e delle macchine;

f) cloud, High Performance Computing – HCP, fog e quantum computing;

g) soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – cyber exposure index, vulnerability assessment, penetration testing, etc.);

h) big data e analytics;

i) intelligenza artificiale;

j) blockchain;

k) soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);

l) simulazione e sistemi cyberfisici;

m) integrazione verticale e orizzontale;

n) soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;

o) soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);

− Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1:

a) sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;

b) sistemi fintech;

c) sistemi EDI, electronic data interchange;

d) geolocalizzazione;

e) tecnologie per l’in-store customer experience;

f) system integration applicata all’automazione dei processi;

g) tecnologie della Next Production Revolution (NPR);

h) programmi di digital marketing (no spese campagne marketing)

i) soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica;

j) connettività a Banda Ultralarga.

k) sistemi per lo smart working e il telelavoro;

l) sistemi di e-commerce;

m) soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita

Dotazione Finanziaria

I voucher avranno un importo massimo di euro 5.000,00.

La percentuale contributiva è del 80% dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute al netto dell’IVA.

Presentazione domande

dalle ore 12.00 del 18 luglio 2022 e sino alle ore 18.00 del 18 agosto 2022


Voucher per l’acquisizione di strumenti utili alla prevenzione della crisi d’impresa - anno 2022

Soggetti beneficiari: tutte le imprese, con sede/UL operativa nel territorio dell’area metropolitana di Bologna, che rientrino nella definizione di micro, piccola e media impresa data dalla normativa comunitaria recepita a livello nazionale.

Contributo: ogni impresa può ottenere un contributo pari al 50% delle spese ammissibili.

Il contributo massimo che può essere assegnato è di € 5.000.

Spese ammissibili: sono ammissibili le spese sostenute dal 1/1/2022 fino al termine ultimo previsto per la rendicontazione (28/04/2023) per:

- Spese per servizi di consulenza e/o corsi di formazione relativi al monitoraggio degli assetti

organizzativi e dell’equilibrio economico finanziario;

- Studi, consulenze e servizi per l’adozione di strumenti di allerta, anticipazione e gestione della

crisi d’impresa.

- Spese per software (ad es. licenze d’uso, canoni servizi in cloud, realizzazione software

personalizzati) finalizzati al monitoraggio permanente dell’equilibrio economico finanziario.

Termini e modalità di presentazione domanda: le domande di contributo possono essere inviare dalle ore 9:00 di giovedì 8 settembre 2022 fino alle ore 13:00 di giovedì 22 settembre 2022.


Bando per l’ottenimento di certificazioni ambientali Reggio Emilia

Soggetti beneficiari: possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente Bando le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese aventi sede legale operativa o unità locale operativa nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Reggio Emilia.

Spese ammissibili:

Le spese ammissibili dovranno essere relative a:

- spese di consulenza per l’ottenimento della certificazione (ambientale, etica o sociale prescelta e deve risultare in modo inequivocabile dalla causale della fattura);

- indagini finalizzate alle analisi ambientali iniziali e/o finali (esempio: emissioni, scarichi

carotaggi, analisi fonometriche);

- spese fatturate dall’ente certificatore o verificatore;

Sono ammissibili le spese per l’ottenimento delle seguenti certificazioni:

- UNI EN ISO 14001:2015;

- UNICEI EN ISO 50001:2018;

- ReMade in Italy;

- Plastica seconda vita;

- FSC catena di custodia;

- EMAS 1221/2009;

- Carbon Footprint di Organizzazione UNI EN ISO 14064-1:2019;

- Carbon Footprint di Prodotto UNI EN ISO 14067:2018;

- Certificazione BCorp per il riconoscimento di impresa Benefit;

Sono ammissibili gli interventi avviati nonché le spese sostenute dal 16/05/2022 fino al 31/12/2023.

Tipologia ed entità del contributo: l’intensità dell’agevolazione è pari al 50% dei costi sostenuti e ammissibili al netto di IVA fino al raggiungimento dell’importo massimo complessivo di 14.000,00 €.

Scadenze: le richieste di contributo devono essere trasmesse dalle ore 10:00 del 07/07/2022 alle ore 16:00 del 30/09/2022.


 

PIANO TRANSIZIONE 4.0


CREDITO DI IMPOSTA PER MACCHINARI E ATTREZZATURE 4.0:

Agevolazioni per le imprese che investono in beni strumentali, nuovi materiali funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi.

Il Credito di imposta previsto è del 40% nel 2022; fruizione del credito in 3 anni; compensazione immediata in F24 dall’anno di interconnessione.


CREDITO DI IMPOSTA PER SOFTWARE 4.0:

Agevolazioni per le imprese che investono in beni strumentali nuovi immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi. Credito di imposta del 20%; fruizione del credito in 3 anni; compensazione immediata in F24 dall’anno di interconnessione.


CREDITO DI IMPOSTA RICERCA, SVILUPPO, INNOVAZIONE E DESIGN:

Confermato fino al periodo in corso al 31 dicembre 2022.

Riguarda nel dettaglio:

  • Credito d'Imposta del 20% per attività di ricerca e sviluppo;

  • Credito d'Imposta del 10% (elevato al 15% nel caso di obiettivi di transizione ecologica o innovazione digitale 4.0);

  • Credito d'Imposta del 10% per attività di design e ideazione estetica..


FINANZIAMENTI AGEVOLATI “NUOVA SABATINI”:

Investimenti delle PMI per acquisto o acquisizione in leasing di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo, hardware, software e tecnologie digitali. Contributo pari al valore degli interessi calcolati al:

- 2,75% per gli investimenti ordinari;

- 3,575% per gli investimenti in tecnologie 4.0 e tecnologie GREEN.

Cumulabile con il Credito di imposta per Investimenti.


CREDITO DI IMPOSTA FORMAZIONE 4.0:

È in uscita il decreto attuativo che rende operativo il nuovo regime fiscale agevolativo sulla

formazione 4.0 - previsto nel Decreto legge “Aiuti”.

In particolare le nuove aliquote del credito d’imposta per la formazione 4.0 vengono

incrementate:

● dal 50% al 70% delle spese ammissibili nel limite massimo annuale di 300.000 euro per le piccole imprese;

● dal 40% al 50 % delle spese ammissibili nel limite massimo annuale di 250.000 euro per le medie imprese.

Per le grandi imprese il credito rimane al 30% delle spese ammissibili nel limite massimo

annuale di 250 mila euro.


Le attività formative riguarderanno i settori delle vendite e marketing, informatica, tecniche

e tecnologia di produzione, e dovranno essere svolte da soggetti qualificati esterni

all’impresa, tra cui rientreranno anche i centri di competenza ad alta specializzazione e gli

EDIH (European Digital Innovation Hubs).


A garanzia dell’effettivo svolgimento delle attività formative e del loro livello qualitativo sono

inoltre introdotti specifici parametri che vincoleranno l’erogazione del contributo

agevolativo alla certificazione dei risultati conseguiti dai lavoratori, sia in termini di

acquisizione che di consolidamento di competenze professionali 4.0.


Per le aliquote relative alle diverse agevolazioni si rimanda alla tabella sottostante:

credito di imposta

investimenti 2020

investimenti 16 novembre 2020 - dicembre 2021

investimenti 2022

BENI STRUMENTALI MATERIALI 4.0

40%

50%

40%

BENI STRUMENTALI MATERIALI

6%

10%

6%

BENI STRUMENTALI IMMATERIALI 4.0

15%

20%

50%

BENI STRUMENTALI IMMATERIALI

-

10%

6%

se modalità di lavoro agile

-

15%

-

RICERCA E SVILUPPO

12%

20%

20%

INNOVAZIONE

6%

10%

10%

INNOVAZIONE TECNOLOGICA PER TRANSIZIONE ECOLOGICA O INNOVAZIONE DIGITALE

10%

15%

15%

DESIGN E IDEAZIONE ESTETICA

6%

10%

10%

FORMAZIONE 4.0

50%

50%

50%


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.

Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.

Comentarios


bottom of page