Aggiornato il protocollo condiviso per il contrasto e il contenimento del virus al lavoro



È stato sottoscritto in data 6 aprile 2021, il “Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro”, che aggiorna e rinnova i precedenti accordi del 14 marzo e 24 aprile 2020, su invito del Ministro del lavoro e delle politiche sociali e del Ministro della salute, in seguito ad un nuovo confronto tra le Parti sociali.


La mancata attuazione del Protocollo, che non assicuri adeguati livelli di protezione, determina la sospensione dell’attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza. La prosecuzione delle attività produttive può infatti avvenire solo in presenza di condizioni che assicurino alle persone che lavorano adeguati livelli di protezione.


Ecco le principali novità:

  1. la riammissione al lavoro, dopo l’infezione da SARS-CoV-2/ Covid-19, avverrà secondo le modalità previste dalla Circolare del Ministero della Salute del 12 ottobre 2020 ed eventuali istruzioni successive. I lavoratori positivi oltre il 21 giorno saranno riammessi al lavoro solo dopo la negativizzazione del tampone molecolare o antigenico effettuato in struttura accreditata o autorizzata dal servizio sanitario;

  2. in tutti i casi di condivisione degli ambienti di lavoro, al chiuso o all’aperto, è comunque obbligatorio l’uso delle mascherine chirurgiche o di dispositivi di protezione individuale di livello superiore. Tale uso non è necessario nel caso di attività svolte in condizioni di isolamento;

  3. Viene inserita la possibilità di trasferte anche all'estero da svolgersi, però, in base a specifiche considerazioni in base al contesto;

  4. massimo utilizzo, ove possibile, della modalità di lavoro agile o da remoto da parte dei datori di lavoro privati;

  5. adozione di protocolli di sicurezza anti-contagio, fermo restando l’obbligo di utilizzare dispositivi di protezione delle vie respiratorie previsti da normativa, protocolli e linee guida vigenti;

  6. occorre garantire la pulizia, a fine turno, e la sanificazione periodica di tastiere, schermi touch e mouse con adeguati detergenti, sia negli uffici che nei reparti produttivi, anche con riferimento alle attrezzature di lavoro di uso promiscuo.


Scopri tutti i nostri servizi pensati per prevenire e contrastare la diffusione e il contagio del Coronavirus qui sotto.