Bando a sostegno delle PMI - Regione Veneto

Aggiornamento: 2 dic 2021



NUOVE AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE DEL VENETO!


Sei una Micro, piccola o media impresa dei settori manifatturiero o di servizi alle imprese localizzato nella Regione Veneto? Le imprese dovranno avere l'unità operativa in cui realizza l'intervento in Veneto, regolarmente iscritta al Registro delle Imprese e con codice Ateco appartenenti all’allegato C del bando.


FINANZIA ORA LE TUE FUTURE SPESE!

 

Le agevolazioni di cui al presente Bando sono concesse sulla base di procedura valutativa con procedimento a graduatoria.

La domanda può essere presentata a partire dalle ore 10.00 del giorno 25 novembre 2021, fino alle ore 12.00 del 9 febbraio 2022 ed è soggetta al pagamento dell'imposta di bollo.



QUALI SPESE PUOI FINANZIARE?


Le spese ammissibili per l'impresa sono: A) macchinari, impianti produttivi, attrezzature tecnologiche e strumenti tecnologici innovativi in grado di aumentare il tempo di vita dei prodotti e di efficientare il ciclo produttivo. I beni devono essere nuovi di fabbrica e funzionali alla realizzazione del progetto proposto. Sono comprese anche le relative spese di trasporto e installazione presso l'unità operativa in cui si realizza il progetto. Sono inoltre compresi in questa voce di spesa tutti gli interventi funzionali a processi di “Transizione 4.0”. Rientrano nella presente categoria di spesa anche gli interventi di efficientamento energetico. Infine, rientrano nella voce “macchinari”, purché di categoria ambientale Euro 6 e immatricolati per uso proprio, anche gli autoveicoli per uso speciale (autospazzatrici e autospazzaneve) e i mezzi d’opera. B) programmi informatici e tecnologie per l’ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti, quali brevetti e know-how concernenti nuove tecnologie di prodotti, processi produttivi e servizi forniti, commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell'impresa e funzionali alla realizzazione del progetto proposto. Il complesso di tali spese è ammesso nel limite massimo del 50% delle spese; C) spese per il rilascio delle certificazioni UNI EN ISO 14001:2015, UNI CEI EN ISO 50001:2018, “ReMade in Italy”, “Plastica Seconda Vita”, “FSC Catena di Custodia”, “Greenguard” e della registrazione EMAS (Regolamento CE n. 1221/2009); la spesa massima ammissibile per ciascuna tipologia di certificazione è pari a 5.000,00€, con esclusione di eventuali tasse, imposte e spese anticipate. Sono ammissibili al contributo le spese per: consulenza qualificata finalizzata all’ottenimento della certificazione; l’ente di verifica e di certificazione; la realizzazione delle indagini finalizzate all’analisi ambientale iniziale. Ai fini dell’ammissibilità delle spese ai punti 1) e 3) l’impresa richiedente deve ottenere la relativa certificazione entro la presentazione della domanda di saldo. D) premi versati per garanzie fornite da una banca, da una società di assicurazione o da altri istituti finanziari. Il complesso di tali spese è ammesso nel limite massimo del 10% delle spese. Le spese ammissibili dovranno essere sostenute e pagate interamente dalle imprese tra il 1° novembre 2021 e il 14 febbraio 2024. Il beneficiario dovrà presentare la rendicontazione e il modulo per l’erogazione del saldo del contributo entro il termine perentorio delle ore 17.00 del 29 febbraio 2024.




VUOI SAPERE SE LA TUA IMPRESA PUÒ RICEVERE O USUFRUIRE

DEI CONTRIBUTI STANZIATI?


CONTATTACI E TI AIUTEREMO A CAPIRE SE PUOI PROCEDERE ALLA DOMANDA DI CONTRIBUTO!


 

QUALI SONO I CONTRIBUTI PREVISTI?

Il contributo a fondo perduto è pari al 30% della spesa complessiva ammissibile del progetto ed è concessa: