top of page

BASILICATA: Piani di Sviluppo Industriale attraverso pacchetti integrati agevolativi (MINIPIA)


Numero 5, un punto e uno 0

OBIETTIVO

Il bando "Piani di Sviluppo Industriale attraverso pacchetti integrati agevolativi (MINIPIA)" fa parte del Programma Regionale FESR FSE+ Basilicata 2021-2027, Priorità 1 – Basilicata Smart.

Questo strumento mira a sostenere la crescita e l'innovazione delle PMI, favorire nuove iniziative imprenditoriali e migliorare la competitività delle imprese lucane.

Gli obiettivi specifici includono lo sviluppo di capacità di ricerca e innovazione (RSO 1.1), la crescita sostenibile delle PMI (RSO 1.3) e lo sviluppo delle competenze per la transizione industriale (RSO 1.4).


SOGGETTI BENEFICIARI

Il bando è rivolto a micro, piccole e medie imprese (PMI), consorzi di imprese, società consortili e cooperative che intendono realizzare un piano di sviluppo industriale nelle proprie sedi operative in Basilicata.

Le imprese devono essere regolarmente costituite e iscritte al registro delle imprese, avere una sede operativa in Basilicata e non essere in stato di liquidazione o soggette a procedure concorsuali.

Sono ammessi esclusivamente i codici ATECO elencati nell'Allegato 25 del Bando.


SPESE AMMISSIBILI

Le attività finanziabili includono:


Investimenti produttivi per ampliamento e ammodernamento:

  • Acquisto di suoli aziendali e loro sistemazione

  • Opere murarie e assimilate

  • Infrastrutture specifiche aziendali

  • Acquisto di macchinari, impianti, attrezzature nuovi di fabbrica

  • Programmi informatici

  • Brevetti, licenze e know-how


Queste spese devono essere coerenti con il progetto presentato e finalizzate al miglioramento delle performance competitive delle PMI, favorendo la crescita e l'innovazione.


Acquisizione di servizi innovativi e trasferimento tecnologico:

  • Consulenze specialistiche

  • Servizi di ricerca e sviluppo

  • Acquisto di servizi avanzati per l'innovazione e trasferimento tecnologico

  • Costi per la certificazione di qualità e di prodotto


Formazione avanzata per la riqualificazione delle competenze:

  • Costi per la progettazione e realizzazione di interventi formativi

  • Onorari di docenti e tutor

  • Materiali didattici

  • Spese di trasferta


Gli interventi formativi devono essere coerenti con gli obiettivi del piano di sviluppo industriale e mirare alla riqualificazione del capitale umano delle PMI, favorendo il miglioramento delle competenze professionali necessarie per sostenere la crescita aziendale e l'innovazione.


DOTAZIONE FINANZIARIA

Il bando dispone di un totale di 21.000.000 euro, suddivisi in:

  • 11.000.000 euro per l'azione RSO 1.3;

  • 6.000.000 euro per l'azione RSO 1.1;

  • 4.000.000 euro per l'azione RSO 1.4.


ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

Il contributo è erogato sotto forma di contributo a fondo perduto. Nello specifico possono essere concessi contributi in conto impianti, in conto interessi o in forma mista (conto impianti e conto interessi).


Le percentuali di agevolazione e i massimali variano in base alle tipologie di progetti:

  • Investimenti produttivi: copertura fino al 50% delle spese ammissibili.

  • Servizi innovativi e trasferimento tecnologico: copertura fino al 50% delle spese.

  • Formazione avanzata: copertura fino al 70% delle spese.


Il Piano di Sviluppo Industriale deve prevedere obbligatoriamente il progetto degli investimenti produttivi, il cui importo di investimento candidato non deve essere inferiore al 50% dell’importo complessivo del piano di sviluppo industriale presentato.

L’importo minimo del progetto degli investimenti produttivi da candidare è pari a 600 mila euro per la realizzazione di nuove iniziative e 250 mila euro per gli investimenti di ampliamento, di diversificazione, di acquisizione di uno stabilimento, di riattivazione e trasferimento di impianti esistenti.

Il contributo massimo concedibile per il Piano di sviluppo industriale non potrà superare l’importo di 1 milione e 500 mila euro.

Il contributo massimo concedibile per il progetto dei servizi innovativi e il trasferimento tecnologico è pari a 150 mila euro.

Il contributo per il progetto formazione aziendale non potrà superare l’importo massimo di 70 mila euro.


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le domande devono essere presentate telematicamente tramite la piattaforma regionale dalle ore 8.00 del giorno 17/06/2024 e fino alle ore 18.00 del giorno 13/09/2024.

Ogni impresa deve compilare e inviare il modulo di domanda e allegare la documentazione richiesta.

Le domande sono valutate tramite procedimento a graduatoria.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


Comentarios


bottom of page