top of page

EMILIA ROMAGNA (FC e RN): Bando Doppia Transizione

La Camera di commercio della Romagna - Forlì-Cesena e Rimini, nell’ambito dell’iniziativa strategica di Sistema “La doppia transizione digitale ed ecologica” autorizzata dal Ministero delle imprese e del Made in Italy con decreto del 23 febbraio 2023, intende promuovere l’innovazione responsabile d’impresa, attraverso la diffusione della cultura e della pratica digitale nonché l’avvio di percorsi di sostenibilità delle attività economiche. La presente misura, in particolare, mira a sostenere finanziariamente progetti di digitalizzazione, progetti di efficientamento energetico e/o di azioni di sostenibilità ambientale e adozione di modelli di business improntati alla responsabilità sociale d’impresa.

Per non perderti più nessuna notizia, iscriviti al nostro canale Telegram.


OBIETTIVO

Nello specifico, l’iniziativa “Bando doppia transizione - anno 2023” intende perseguire i seguenti obiettivi:

  • sviluppare e realizzare progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0 in grado di innescare anche processi di innovazione responsabile;

  • promuovere la consapevolezza dei vantaggi e delle opportunità derivanti dall’utilizzo, da parte delle MPMI della circoscrizione territoriale camerale, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali e dall’applicazione di modelli di business rispettosi dell’ambiente e del territorio e che favoriscano progresso sociale e la governance inclusiva;

  • aumentare la consapevolezza delle imprese del territorio di competenza camerale circa il proprio il livello di maturità digitale o di performance di sostenibilità, in ambito ambientale, sociale e di governance, per renderle maggiormente competitive.


SOGGETTI BENEFICIARI

Micro o piccole o medie imprese, che abbiano sede legale e/o unità locali operative nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio della Romagna e siano attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese.


AMBITI DI INTERVENTO

Gli interventi previsti e le relative spese, riguardanti esclusivamente o prioritariamente uno o entrambi gli ambiti previsti “digitale” e “sostenibilità”, dovranno vertere su almeno uno dei temi di seguito elencati, inclusa la pianificazione e/o progettazione dei relativi interventi:


A) Digitalizzazione / innovazione digitale / tecnologie abilitanti secondo il paradigma 4.0:

- robotica avanzata e collaborativa (advanced manufacturing solutions);

- manifattura additiva e stampa 3D;

- realtà aumentata;

- simulazione e sistemi cyberfisici;

- integrazione verticale e orizzontale;

- internet delle cose e delle macchine;

- cloud computing;

- cyber security e business continuity;

- big data e analytics;

- interfaccia uomo-macchina;

- intelligenza artificiale;

- blockchain;

- soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain.


B) Sostenibilità / transizione ecologica:

- soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica;

- razionalizzazione dell’uso di energia;

- implementazione di tecnologie digitali e 4.0 per favorire la transizione energetica (“doppia transizione”);

- progettazione e sviluppo di sistemi informativi quali/quantitativi e gestionali a supporto dei processi decisionali (approccio Data Driven e Data Strategy);

- acquisizione e/o implementazione di sistemi di welfare aziendale;

- altri interventi innovativi, supportati da tecnologie digitali, per l'attuazione dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, anche focalizzati su specifici SGD e target.


SPESE AMMISSIBILI

  • servizi di consulenza, per l’introduzione e/o lo sviluppo di uno o più ambiti di intervento tra quelli previsti;

  • acquisto di beni e servizi strumentali, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti/ambiti di intervento;

Gli investimenti proposti devono portare all’innalzamento del livello di digitalizzazione o di sostenibilità delle imprese richiedenti.


DOTAZIONE FINANZIARIA

Le risorse complessivamente stanziate dalla Camera di commercio a disposizione dei soggetti beneficiari ammontano a euro 450.000.


ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

I voucher avranno un importo massimo di euro 8.000.

L’entità massima dell’agevolazione non può superare il 50% delle spese ammissibili, con un valore minimo dell’investimento pari ad euro 8.000.

Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di euro 250.

Ogni impresa può presentare una sola richiesta di contributo, in caso di eventuale presentazione di più domande è tenuta in considerazione solo la prima domanda utilmente presentata, in ordine cronologico.


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le richieste di contributo devono essere trasmesse dalle ore 9:00 del 30 ottobre 2023 alle ore 21:00 del 15 dicembre 2023.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


Comments


bottom of page