top of page

FRIULI VENEZIA GIULIA: Aiuti per gli investimenti digitali




Per non perderti più nessuna notizia, iscriviti al nostro canale Telegram.


OBIETTIVO

Il settore agricolo rappresenta un asset strategico per l’economia nazionale, per numero di addetti coinvolti, valore complessivo della produzione e valorizzazione del brand Made in Italy. Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste e il Ministero dell’Economia e delle Finanze hanno firmato il decreto che definisce i criteri e le modalità di accesso ai nuovi incentivi per l’agricoltura.


SOGGETTI BENEFICIARI

Imprese iscritte nel Registro delle imprese e i liberi professionisti aventi dimensione di PMI e sede operativa nella quale è realizzato il progetto attiva nel territorio regionale.


PROGETTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili i progetti che perseguono l’ottimizzazione degli assetti e dei processi aziendali, mediante la realizzazione:

  1. di soluzioni tecnologiche innovative per l’operatività di sistemi di informazione integrati quali le soluzioni ERP/MPR, i sistemi di gestione documentali, i sistemi di customer relationship management (CRM), la tracciabilità del prodotto, le piattaforme di gestione integrata delle funzioni aziendali, gli strumenti di business intelligence e di business analytics, i sistemi e le tecnologie per incrementare il livello di efficienza, di disponibilità e di fruibilità degli strumenti e dei servizi ICT e la salvaguardia dei dati aziendali, i sistemi per la raccolta, il monitoraggio, l’a nalisi e l’archiviazione dei dati relativi ai processi produttivi aziendali, nonché per il commercio elettronico e le relative piattaforme, la manifattura digitale, la sicurezza informatica ed il cloud computing;

  2. di soluzioni ed applicazioni digitali che secondo il paradigma dell’Internet delle cose consentano uno scambio di informazioni tra macchine e oggetti.

Non sono ammissibili i progetti che contemplano la mera sostituzione di beni. Sono ammissibili i progetti avviati successivamente alla data di presentazione della domanda.


SPESE AMMISSIBILI

Ai fini della realizzazione dei progetti di investimenti digitali, sono ammissibili le spese concernenti:

  1. acquisizione e installazione di hardware, apparati di networking, inclusa la fornitura della tecnologia wi-fi, attrezzature, strumentazioni e dispositivi tecnologici e interattivi di comunicazione e per la fabbricazione digitale, nonché acquisto e installazione di sistemi di sicurezza della connessione di rete;

  2. acquisizione di software e licenze d’uso, anche mediante canone periodico nel limite massimo di dodici mesi;

  3. acquisizione di servizi di cloud computing, di registrazione di domini e di caselle di posta elettronica;

  4. acquisizione di sistemi informatici e telematici di gestione aziendali e per applicazioni mobili;

  5. acquisizione di servizi di consulenza concernenti l’analisi, la progettazione e lo sviluppo dei sistemi acquisiti in conformità alla lettera d), forniti da università, enti di ricerca ed enti di trasferimento tecnologico nonché da imprese iscritte al Registro delle imprese, da liberi professionisti e da lavoratori autonomi;

  6. acquisizione di servizi informatici concernenti i sistemi acquisiti in conformità alla lettera d), diversi dai servizi di cui alla lettera e);

  7. acquisizione di servizi di consulenza inerenti al Progetto, diversi da quelli di cui alla lettera e), compresi la consulenza di avviamento ed affiancamento qualificato all’attuazione del sistema gestionale ed i servizi di traduzione dei testi dei siti web, nel limite del 30 per cento della spesa ammessa di cui alle lettere a), b), c) e d), e al comma 3, forniti da università, enti di ricerca ed enti di trasferimento tecnologico nonché da imprese iscritte al Registro delle imprese, da liberi professionisti e da lavoratori autonomi.


DOTAZIONE FINANZIARIA

La dotazione del Bando è di euro 13.043.942.


ENTITA' DEL CONTRIBUTO

Gli Aiuti per gli investimenti digitali sono concessi con una intensità massima pari al 50% della spesa ammissibile. Il limite minimo di spesa ammissibile per domanda è pari a:

  • 12.500 euro, nel caso in cui il richiedente sia una microimpresa;

  • 18.750 euro, nel caso in cui il richiedente sia una piccola impresa;

  • 25.000 euro, nel caso in cui il richiedente sia una media impresa.

Il limite massimo di aiuto concedibile per domanda è pari a 250.000 euro.


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda è predisposta e presentata dalle ore 10.00 del giorno 14 marzo 2024 fino alle ore 16.00 del giorno 30 aprile 2024 esclusivamente tramite il Sistema informatico.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


Comments


bottom of page