top of page

FRIULI VENEZIA GIULIA: Incentivi alle imprese del settore legno


Numero 5, un punto e uno 0

OBIETTIVO

Incentivi alle imprese del settore legno indirizzati a favorire la diffusione e l’utilizzo del legno regionale nelle diverse filiere produttive e sostenere progetti di innovazione diffusa sostenibile ai sensi dell’articolo 79 della legge regionale 3/2021.


SOGGETTI BENEFICIARI

Possono presentare domanda di contributo:

  • Le imprese, in qualsiasi forma costituite, singole o aggregate, che esercitano un’attività economica ricompresa nei codici ATECO ammissibili.

INIZIATIVE FINANZIABILI

Sono finanziate le seguenti iniziative:

  • efficientamento e innovazione di processi produttivi e commerciali;

  • azioni innovative di conservazione, tracciabilità, classificazione, lavorazione e commercializzazione del legno di origine regionale;

  • sostenibilità e circolarità nella produzione del legno, anche attraverso l'utilizzo o la trasformazione di materie prime di origine vegetale coltivate in regione in aggiunta o alternativa al legno;

  • valorizzazione e creazione di servizi ecosistemici legati al bosco e al legno, comprese le azioni di comunicazione e sviluppo commerciale connesse;

  • acquisizione e mantenimento delle certificazioni di sostenibilità ambientale e qualità all'interno delle filiere che compongono l'economia del legno del Friuli Venezia Giulia;

  • innovazione diffusa e sostenibile delle filiere produttive corte.


SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse in particolare:

  1. spese per consulenze e servizi volti:

• a favorire lo sviluppo o il miglioramento dei processi produttivi aziendali;

• all’addestramento o formazione del personale;

• all’implementazione di sistemi gestionali MRP/ERP/MES, CRM ed affini nonché l'integrazione degli stessi con altri sistemi informativi presenti in azienda;

• al rinnovamento dell'immagine aziendale o di specifici prodotti, ai fini di una innovazione dei processi commerciali;

• allo sviluppo o adesione a piattaforme promo-commerciali;

• all’ introduzione o implementazione di sistemi di conservazione o di trattamento del legno di origine regionale;

• all’elaborazione di dati, ricerche e test finalizzati all'utilizzo del legno di origine regionale nei processi aziendali;

• alle attività di analisi, valutazione o programmazione delle attività delle proprietà forestali per la loro utilizzazione e gestione;

• alla produzione di materiale promozionale, con specifico riferimento all'introduzione del legno di origine regionale in processi produttivi o linee di prodotto della propria azienda;

• alla progettazione, sviluppo e certificazione di nuovi prodotti strettamente collegati ai principi di economia circolare e sostenibilità produttiva o del prodotto stesso;

• all’efficientamento energetico dell'azienda o dei processi produttivi;

• al conseguimento e mantenimento delle certificazioni di sostenibilità e qualità dell’economia del legno;

• all’ottenimento della conformità dei prodotti a direttive comunitarie;

• al conseguimento di certificati o ottenimento di dichiarazioni di conformità dei prodotti previsti per i mercati geografici di riferimento;

• a test, analisi o perizie volte alla dichiarazione di conformità dei prodotti o dei processi produttivi;


2. acquisto hardware e software finalizzati al miglioramento dei processi produttivi;

3. implementazione tecnologica delle attrezzature o dei macchinari in uso e ottenimento di certificazioni di conformità;

4. acquisto o noleggio di attrezzature;

5. studi, predisposizione o attuazione di progetti pilota ai fini della sostituzione o integrazione della fibra legnosa con altre tipologie di fibre di origine vegetale coltivate in regione;

6. acquisizione o certificazione di servizi ecosistemici e loro promozione, comunicazione e sviluppo commerciale;

7. partecipazione ad eventi di promozione commerciale per promuovere il progetto di innovazione diffusa e sostenibile;

8. spese connesse alla attività di certificazione della spesa di cui all’articolo 41 bis della legge regionale n. 7/2000.


ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

L’incentivo è concesso nella misura del 50% della spesa riconosciuta ammissibile.

Il limite minimo di spesa ammissibile è pari a 2.000 Euro.

Il limite massimo di spesa ammissibile è pari a 20.000 Euro.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le domande di contributo dovranno essere trasmesse ore 9:00 di 02 aprile 2024 alle ore 16:30 di 17 maggio 2024.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


Comments


bottom of page