top of page

Progetti di internazionalizzazione delle PMI


Numero 5, un punto e uno 0

OBIETTIVO

Sviluppumbria Spa con il presente Avviso intende favorire la partecipazione a fiere internazionali, delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) localizzate sul territorio regionale, che si presentano in forma singola o aggregata sui mercati internazionali, con l’obiettivo di rafforzare la competitività, favorire l’internazionalizzazione e la promozione dell’export.

In particolare, il presente Avviso consente la concessione di agevolazioni sotto forma di contributi a fondo perduto, sostenendo i beneficiari che presentano un progetto di internazionalizzazione.

Con il presente bando Sviluppumbria Spa e la Regione Umbria intende rispettare e conformarsi, al principio “non arrecare un danno significativo”. Il presente bando intende favorire l’incremento dell’export e delle imprese esportatrici incoraggiando la diversificazione dei mercati di sbocco.

Al fine di garantire la conformità attuativa del bando al principio DNSH sono stati individuati tra i suddetti obiettivi ambientali del Regolamento UE n. 852/2020 quello potenzialmente più interferenti con le operazioni finanziabili, ovvero la mitigazione dei cambiamenti climatici (emissioni di gas serra).

Con il presente Avviso si vuole sostenere i Progetti di internazionalizzazione presentati da MPMI umbre mediante la partecipazione a 1 o più fiere internazionali in modalità tradizionale (in presenza) e/o digitale, individuate liberamente dal proponente tra quelle svolte in Italia e all’estero nel periodo intercorrente tra il 01 maggio 2024 e il 31 marzo 2025.


SOGGETTI BENEFICIARI

Micro, piccole e medie imprese, compresi i consorzi, le società consortili, le società cooperative, e i contratti di rete dotati di soggettività giuridica, di seguito contratti di “rete soggetto” esportatrici e non esportatrici che abbiano sede operativa nel territorio regionale


SPESE AMMISSIBILI

  • Affitto area espositiva;

  • Quote di iscrizione, quote per servizi assicurativi e altri oneri obbligatori previsti dalla manifestazione;

  • Allestimento stand;

  • Allacciamenti (energia elettrica, acqua, internet, ecc.) e pulizia stand;

  • Iscrizione al catalogo della manifestazione;

  • Hostess e interpreti impiegati allo stand;

  • Brochure e materiali promozionali, anche in forma digitale (massimo il 20% della spesa totale ammissibile);

  • Costi di traporto dei prodotti da esporre in fiera.

  • COSTI GENERALI: tasso forfettario al 7% della somma delle voci di spesa (a+b+c+d+e+f+g+h)


DOTAZIONE FINANZIARIA

Le risorse finanziarie disponibili per il presente Avviso ammontano a euro 500.000.


ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

Il contributo a fondo perduto riconosciuto per la partecipazione a ciascuna fiera ammissibile di cui all’articolo 4 sarà determinato sulla base della rendicontazione a costi reali delle spese ammissibili di cui all’art. 7.


Per le fiere internazionali tradizionali il contributo a fondo perduto concesso in base al rendiconto a costi reali delle spese sostenute sottoelencate in regime De Minimis è:


  • per le imprese neo-esportatrici (con un fatturato export inferiore o uguale al 10% del totale fatturato nell’anno 2023):

  • per le fiere internazionali in Italia il contributo è del 60%;

  • per le fiere internazionali in Europa e Extra-UE il contributo è del 70%.

  • le imprese iscritte al Registro delle imprese nella sezione “start-up innovativa” del Registro Imprese, ai sensi della Legge 221/2012, ovvero nella sezione “PMI Innovativa”:

    • per le fiere internazionali in Italia il contributo è del 60%;

    • per le fiere internazionali in Europa e Extra-UE il contributo è del 70%.

  • per gli spin-off universitari:

    • per le fiere internazionali in Italia il contributo è del 60%;

    • per le fiere internazionali Europa e Extra-UE il contributo è del 70%.

  • Per le microimprese aventi alla data di presentazione della Domanda: a) meno di 10 occupati b) un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiori a 2 milioni di euro (così come specificato nell’Allegato 8):

    • per le fiere internazionali in Italia il contributo è del 60%;

    • per le fiere internazionali in Europa e Extra-UE il contributo è del 70%.

  • per tutte le altre tipologie di imprese:

    • per le fiere internazionali in Italia, Europa e Extra-UE il contributo è del 50%;


Per le fiere internazionali digitali il contributo a fondo perduto concesso in base al rendiconto a costi reali delle spese sostenute sottoelencate in regime De Minimis è:


  • per le imprese neo-esportatrici (con un fatturato export inferiore o uguale al 10% del totale fatturato nell’anno 2023):

    • per le fiere internazionali in Italia il contributo è del 60%;

    • per le fiere internazionali in Europa e Extra-UE il contributo è del 70%.


  • per le imprese iscritte al Registro delle imprese nella sezione “start-up innovativa” del Registro Imprese, ai sensi della Legge 221/2012, ovvero nella sezione “PMI Innovativa” ai sensi della Legge 33/2015:

    • per le fiere internazionali in Italia il contributo è del 60%;

    • per le fiere internazionali Europa e Extra-UE il contributo è del 70%.


  • per gli spin-off universitari:

    • per le fiere internazionali in Italia il contributo è del 60%;

    • per le fiere internazionali in Europa e Extra-UE il contributo è del 70%.


  • Per le microimprese aventi alla data di presentazione della Domanda: a) meno di 10 occupati b) un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiori a 2 milioni di euro:

    • per le fiere internazionali in Italia il contributo è del 60%; − per le fiere internazionali in Europa e Extra-UE il contributo è del 70%.


  • per tutte le altre tipologie di imprese:

    • per le fiere internazionali in Italia, Europa e Extra-UE il contributo è del 50%;


La somma dei contributi ammissibili per le singole fiere costituenti il progetto di internazionalizzazione determina l’entità dell’agevolazione dell’intero progetto.


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

L’invio della domanda di ammissione alle agevolazioni potrà essere effettuato a partire dalle ore 10:00 del 13/06/2024 e fino alle ore 12:00 del 30 dicembre 2024.

L’ammissione al contributo avverrà, tenuto conto dell’ordine cronologico delle domande presentate e risultate ammissibili, sino ad esaurimento dei fondi disponibili previa verifica di ammissibilità ai sensi di quanto previsto dal presente Avviso.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


Comments


bottom of page