top of page

Reggio Emilia - Bando Voucher Digitali I4.0 - Anno2023 -


Per non perderti più nessuna notizia, iscriviti al nostro canale Telegram.

 

OBIETTIVI DEL BANDO

Nello specifico, l’iniziativa “Bando voucher digitali I4.0 - Anno 2023” intende rispondere ai seguenti obiettivi:

  • sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, attraverso la realizzazione di progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0;

  • promuovere l’utilizzo, da parte delle MPMI della circoscrizione territoriale camerale, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Transizione 4.0.


Soggetti beneficiari

MPMI con sede legale e/o unità operativa nella provincia di Reggio Emilia.


Dotazione finanziaria

Le risorse complessivamente stanziate per l’iniziativa ammontano a euro 450.000,00.

La Giunta camerale si riserva la facoltà di rifinanziare il bando con ulteriori stanziamenti. Il


Dirigente competente avrà la facoltà:

  • in caso di non esaurimento delle risorse disponibili, di riaprire i termini di scadenza del bando prolungandone gli effetti al fine di garantire l’utilizzo ottimale dello stanziamento;

  • in caso di esaurimento anticipato delle risorse, di chiudere i termini della presentazione delle domande.

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher.

L’intensità dell’agevolazione è pari al 50% dei costi sostenuti e ammissibili al netto di IVA, fino al raggiungimento dell’importo massimo 10.000,00 €

È prevista una premialità di € 250,00 per le imprese in possesso, al momento della concessione del contributo, del rating di legalità 2 nel limite del 100% delle spese ammissibili e nel rispetto dei pertinenti massimali de minimis.

L’investimento minimo ritenuto ammissibile all’agevolazione non può essere inferiore a € 5.000,00.


Interventi ammissibili

Sono finanziabili (al netto di IVA e di altre imposte, tasse e diritti) le seguenti spese, sostenute a partire dal 01/05/2023 e fino al 30/04/2024 (data fattura e data pagamento) riconducibili agli interventi previsti dal bando e precisamente:

  1. servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie tra quelle previste all’art. 2 del Bando. La consulenza deve essere finalizzata ad introdurre concretamente la tecnologia in azienda, pertanto, in sede di rendicontazione, tale condizione dovrà essere dimostrata;

  2. acquisto di beni strumentali materiali e immateriali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti di cui all’art. 2 del bando: - robotica avanzata e collaborativa:

- interfaccia uomo-macchina;

- manifattura additiva e stampa 3D;

- prototipazione rapida;

- internet delle cose e delle macchine;

- cloud, High Performance Computing – HPC, fog e quantum computing.

- soluzioni di cyber security e-business continuity

- big data e analytics;

- intelligenza artificiale;

- blockchain;

- soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa

- simulazione e sistemi cyberfisici

- soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;

- soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);

- sistemi di e-commerce;

- sistemi EDI, electronic data interchange.


Domande e scadenze

A pena di esclusione, le richieste di voucher devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale del

legale rappresentante dell’impresa, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Web Telemaco di Infocamere – Servizi e-gov 9, dalle ore 10:00 del 09/05/2023 alle ore 16:00 del 13/07/2023.


Saranno automaticamente escluse le domande inviate prima e dopo tali termini. Non saranno considerate ammissibili altre modalità di trasmissione delle domande di ammissione al voucher.

Le domande di contributo dovranno essere firmate dal legale rappresentante dell’impresa pertanto non saranno più accettate

istanze a cui sia allegato il file con la delega di firma all'intermediario.



 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.

Commentaires


bottom of page