top of page

Riapertura Sportello Cultura Crea Plus

Finalizzato a contribuire la realizzazione della Politica di Coesione dell'Unione Europea a favore delle "regioni in ritardo sviluppo" (Campania, Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia) e ponendosi come obiettivo prioritario la valorizzazione del patrimonio culturale.

Per non perderti più nessuna notizia, iscriviti al nostro canale Telegram.

 

Soggetti beneficiari

Cultura Crea Plus si rivolge alle Micro, Piccole e Medie imprese e ai soggetti del terzo settore.

In particolare, con riferimento alla data di presentazione della domanda:

  • Imprese costituite da meno di 36 mesi con codice Ateco incluso nell'Allegato 1 e con sede situata in una delle seguenti regioni: Campania, puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia;

  • Imprese costituite da più di 36 mesi con codice Ateco incluso nell'Allegato 2 con sede in uno dei Comuni dell'Allegato 4;

  • Soggetti del terzo settore con codice Ateco inserito nell'Allegato 3 con sede in uno dei Comuni dell'Allegato 4;

  • Devono svolgere al 31 Dicembre 2020 attività economica rientrante nell'elenco dei codici Ateco ammessi;

  • avere unità locale in una delle Regioni ed essere regolarmente registrata presso la competente CCIAA;

  • Le Imprese costituite da più di 36 mesi ed i soggetti del terzo settore devono avere unità locale nei Comuni di cui all'allegato 4.

Dotazione finanziaria

La dotazione complessiva è di 30 milioni di euro.


Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese concernenti le seguenti voci di capitale circolante:

  • materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti utilizzati nel ciclo produttivo caratteristico dell'impresa;

  • canoni di locazione;

  • prestazioni di servizi e prestazioni professionali;

  • costo del lavoro dipendente, con esclusione dei contratti di tirocinio e stage, che non benefici di alcun altra agevolazione, anche indiretta;

  • spese per garanzie fornite da una banca, da una società di assicurazione o da altri istituti finanziari, per esigenze connesse alle attività dell'impresa;

  • spese per l'apertura del conto corrente bancario dedicato alle spese richieste

Le spese devono essere sostenute successivamente al 23 Luglio 2020 e rendicontate entro 180 giorni dalla data di sottoscrizione del provvedimento di concessione.


Tipologia ed entità del contributo

Le agevolazioni sono concesse esclusivamente sotto forma di contributi a fondo perduto e nella misura del 100% delle spese ammissibili per un importo massimo pari a euro 25.000.


Tempistiche

Le domande devono essere presentate esclusivamente per via elettronica a partire dalle ore 10:00 del 7 Novembre 2022, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia.


Valutazione della domanda

Le domande di agevolazione vengono esaminate in ordine cronologico di presentazione.




 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.

Comments


bottom of page