top of page

SICILIA: Più artigianato

Il presente Avviso, denominato “Più Artigianato”, regolamenta le agevolazioni concesse e successive modificazioni a valere sul Fondo istituito in favore delle imprese artigiane siciliane, in conformità alle disposizioni comunitarie, nazionali e regionali vigenti in materia.

Per non perderti più nessuna notizia, iscriviti al nostro canale Telegram.


OBIETTIVO

L’ Avviso intende venire incontro al fabbisogno delle imprese artigiane e contrastare i mutamenti economici/finanziari generati dalla recente crisi pandemica e dall’incremento dei costi energetici agevolando gli artigiani siciliani che vogliono effettuare investimenti usufruendo di finanziamenti bancari o contratti di leasing finanziario, attraverso l’abbattimento dei costi del finanziamento e la corresponsione di un contributo sullo stesso.


SOGGETTI BENEFICIARI

I soggetti che possono presentare domanda sono:

  • le imprese artigiane attive, aventi sede operativa in Sicilia iscritte all’Albo delle imprese artigiane tenuto dalle CCIAA della regione Sicilia, che abbiano stipulato contratti di finanziamento con le Banche o contratti di leasing finanziario con società di leasing, come meglio descritti negli articoli seguenti.


INTERVENTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili gli interventi che, attraverso l'implementazione delle più moderne tecnologie digitali hanno l'obiettivo di favorire l'adozione di una gestione più efficiente e ottimizzata dei processi organizzativi e decisionali interni che caratterizzano l'attività dei soggetti proponenti e/o l'introduzione di modelli innovativi per il miglioramento nell'offerta dei propri servizi e/o prodotti o per la creazione di servizi e/o prodotti nuovi.


SPESE AMMISSIBILI

I contratti di finanziamento/leasing finanziario non possono essere inferiori ad un importo di € 5.000.

I contratti di finanziamento/leasing finanziario sono stipulati al tasso di interesse e alle altre condizioni economiche liberamente concordate tra le parti e possono prevedere un periodo di utilizzo e/o di preammortamento della durata massima di 12 mesi.

Le spese ammissibili, al netto delle imposte (es. IVA), devono riguardare una delle seguenti tipologie:

  • acquisto del terreno destinato alla costruzione e/o ampliamento 1 di fabbricati (investimento agevolabile nella misura del 15% della spesa ammissibile, al netto delle spese di acquisto del terreno2);

  • acquisto, costruzione, ristrutturazione, ampliamento e ammodernamento di fabbricati ivi incluse le spese per lavori e impianti finalizzati alla tutela dell’ambiente e alla sicurezza dei luoghi di lavoro e le spese tecniche di progettazione;

  • acquisto di macchine, attrezzature ed impianti, incluse le spese per gli impianti e le attrezzature connesse al sistema informatico e comunicazionale;

  • acquisto di autoveicoli destinati esclusivamente all’attività artigianale dell’impresa;

  • acquisto di software, diritti di brevetto e licenze e realizzazione di siti web a sostegno dell’immagine e per la promozione dell’impresa artigiana, attività di studio e progettazione necessarie all’introduzione di innovazioni nel processo produttivo;

  • acquisto di scorte di materie prime e di prodotti finiti, per un importo non superiore a 200.000,00 euro. A tal fine è necessaria una domanda specifica).


DOTAZIONE FINANZIARIA

La dotazione finanziaria disponibile è pari a € 37.959.442,84.

Per la quota del finanziamento ammessa al contributo in conto interessi, il contributo stesso è determinato in misura percentuale pari al 60% del tasso di riferimento vigente alla data di stipula del contratto di finanziamento. La misura percentuale è pari all’80% del tasso di riferimento se il finanziamento è garantito dai Confidi.

Contributo in conto capitale nella misura del 20% del costo documentato.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le domande devono essere presentate a partire dalle ore 11:00:00 del 31/07/2023 al 31/12/2030.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


Comments


bottom of page