top of page

VENETO (TV-BL) : Sostegno della doppia transizione digitale ed ecologica – 2024


Numero 5, un punto e uno 0

OBIETTIVO

La Camera di Commercio di Treviso-Belluno mira a promuovere la digitalizzazione e l'efficienza energetica nelle Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) del territorio, supportando l'adozione di tecnologie digitali e interventi di green economy.


SOGGETTI BENEFICIARI

Il bando è rivolto alle micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità operative nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Treviso-Belluno, che siano attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese e con il pagamento del diritto annuale camerale.


SPESE AMMISSIBILI

Con il presente Bando si intendono finanziare gli investimenti e l’acquisizione di servizi di consulenza/formazione relativi a:


Misura 1: Acquisto di beni strumentali.

La Misura 1 consente all’impresa di effettuare investimenti in beni funzionali alla trasformazione tecnologica, digitale e di sostenibilità ambientale strettamente connessi al progetto di digitalizzazione aziendale ed efficientamento energetico secondo il modello Impresa 5.0.


Misura 2:

  • Acquisizione di servizi di consulenza finalizzati all’introduzione delle tecnologie abilitanti di Impresa 4.0, inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi, erogati esclusivamente da un fornitore selezionato.

  • L’acquisizione dei servizi di consulenza di cui alla presente Misura 2 lett. a) può essere finanziata qualora e solo se direttamente ed esclusivamente collegata all’acquisto di beni strumentali di cui alla Misura 1.

  • Acquisizione di servizi di consulenza e/o formazione finalizzati alla razionalizzazione dell’uso dell’energia da parte delle imprese, attraverso la realizzazione di interventi di efficienza energetica, riducendo i consumi e le emissioni di gas clima-alteranti erogati esclusivamente da un fornitore selezionato.


Gli investimenti di cui alla Misura 1 e le consulenze di cui alla Misura 2 lett. a) devono necessariamente riferirsi ad uno o più dei seguenti ambiti tecnologici abilitanti Impresa 4.0:

  • soluzioni per la manifattura avanzata;

  • manifattura additiva;

  • realtà aumentata e realtà virtuale;

  • simulazione;

  • integrazione verticale e orizziontale;

  • internet delle cose e delle macchine;

  • cloud;

  • cybersecurity;

  • big data e analytics;

  • intelligenza artificiale;

  • blockchain;

  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della catena di distribuzione;

  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività.


I servizi di consulenza di cui alla Misura 2 lett. b) devono necessariamente riferirsi a:

  • audit energetici, finalizzati a valutare la situazione iniziale “as is” dell’impresa, per individuare e quantificare gli interventi di efficienza e le opportunità di risparmio e definire un piano di miglioramento energetico;

  • analisi delle forniture di energia, attraverso l’analisi dei documenti contrattuali e contabili delle utenze, finalizzata alla definizione di un programma di ottimizzazione dei parametri contrattuali alla luce delle caratteristiche produttive dell’impresa;

  • progettazione di sistemi di raccolta e di monitoraggio dei dati energetici di base (bollette, contatori, ecc.) e della produzione (consumi, rendimenti, ecc.), anche attraverso l’utilizzo di automazioni con tecnologie 4.0;

  • sviluppo di un piano di miglioramento energetico con individuazione e quantificazione degli interventi di efficienza e le opportunità di risparmio dell’impresa;

  • implementazione di Sistemi di gestione dell’energia in conformità alle norme ISO 50001, ISO 50005, ISO 50009;

  • studi di fattibilità per progetti di riqualificazione energetica;

  • studio di fattibilità tecnico-economica finalizzata alla realizzazione di una Comunità Energetica Rinnovabile (CER);

  • realizzazione della documentazione tecnica (progetto, configurazione, ecc.) e giuridica (statuto, contratti, ecc.) necessaria alla costituzione/adesione di/ad una CER;

  • acquisizione temporanea del servizio esterno di Energy Manager.

Sono, inoltre, ammissibili le acquisizioni di servizi di formazione relativamente all’attività di formazione finalizzata al conseguimento della qualifica di Energy manager per risorse interne, impiegate stabilmente all’interno dell’impresa, con una durata non inferiore alle 40 ore totali.


DOTAZIONE FINANZIARIA

Il bando dispone di una dotazione finanziaria totale di € 1.000.000.


ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo a fondo perduto nella misura del 50% delle spese considerate ammissibili.

Il contributo massimo erogabile per ciascuna impresa è di € 35.000, così suddiviso:

  • Misura 1: Acquisto di beni strumentali – Spesa minima € 5.000, contributo massimo € 25.000.

  • Misura 2: Acquisto di servizi di consulenza/formazione – Spesa minima € 1.200, contributo massimo € 5.000 per ciascuna lettera a) e b).


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le domande saranno accettate dalle ore 09:00 del 19 giugno 2024 fino alle ore 24:00 del 27 settembre 2024.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


Comentários


bottom of page