top of page

Bando MADE - Innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale


Numero 5, un punto e uno 0

OBIETTIVO

Il presente bando si inserisce nell’ambito degli interventi di attuazione dell’Investimento 2.3 – “Potenziamento ed estensione tematica e territoriale dei centri di trasferimento tecnologico per segmenti di industria”, nell’ambito della Missione 4 “Istruzione e ricerca” – Componente 2 “Dalla ricerca all’impresa” del PNRR, – Next Generation EU, con la

quale si intende rafforzare e favorire sul territorio nazionale un sistema integrato del trasferimento tecnologico, al fine di incoraggiare l’erogazione alle imprese, soprattutto PMI, di servizi tecnologici avanzati e innovativi focalizzandosi su tecnologie e specializzazioni produttive di eccellenza.

MADE si rivolge alle imprese con l’obiettivo di supportare l’adozione di tecnologie digitali per l’innovazione di prodotto, di servizio e di processo. Le aree di competenza vanno dalla progettazione all’ingegnerizzazione di prodotto, dalla gestione della produzione sino alla consegna includendo la gestione del fine ciclo del prodotto.


SOGGETTI BENEFICIARI

Possono accedere ai finanziamenti Micro Imprese e Startup, PMI, Medie, Grandi Imprese e Consorzi composti da aziende di diverse dimensioni che si costituiscono in Associazione Temporanea di Scopo.

Possono presentare domanda al presente bando le imprese ed i raggruppamenti di imprese che siano in possesso dei seguenti requisiti:


  • essere regolarmente costituite in forma societaria e iscritte nel Registro Imprese

  • rispettare i requisiti e le soglie previste dal regolamento GBER e dal regolamento “de minimis”;

  • essere in regola con la restituzione di somme dovute in relazione a provvedimenti di revoca di agevolazioni concesse dal Ministero.


AMBITI DI INTERVENTO

Le proposte progettuali che potranno essere candidate da ogni impresa dovranno essere coerenti con almeno una delle seguenti attività progettuali:


a) Attività di trasferimento tecnologico

  • Strategia Industria 4.0: realizzazione di un piano di adozione delle tecnologie digitali e delle competenze strategiche per garantire a un’azienda l’evoluzione verso l’industria 4.0 in termini di efficienza e di efficacia dei processi, coerentemente agli obiettivi aziendali.

  • Progetti di innovazione: progetti di ricerca industriale, di sviluppo sperimentale e di innovazione (di prodotto, di processo o di modelli organizzativi) necessari per sostenere la traduzione di idee innovative inconcetti dimostrabili anche attraverso l’utilizzo delle 6 Aree e dei 25 Asset tecnologici presenti in MADE.

  • Demo e test: sviluppo di demo, prototipi, Proof of Concept (PoC) e Test-Bed in ambito Industria 4.0, utilizzando ambienti e strumenti tecnici, tecnologici e metodologici e know-how disponibili nelle 6 Aree enei 25 Asset tecnologici presenti in MADE.

  • Scouting tecnologico: individuazione delle tecnologie e dei partner tecnologici più adatti a sviluppare l’innovazione di prodotto e di processo, definendo una strategia tecnologica aziendale coerente con i trend che caratterizzano il settore.

  • Consulenza Tecnologica: attività di consulenza e studi di fattibilità finalizzati all’implementazione disoluzioni tecnologiche, organizzative e gestionali atte a migliorare i processi delle imprese in ottica Industria 4.0.

  • Validazione di progetti Industria 4.0: valutazione in merito all’adeguatezza delle tecnologie, delle metodologie e dell’esecuzione dei progetti di innovazione rispetto agli obiettivi prefissati e allo stato dell’arte.


b) Accesso alle strumentazioni e alle isole tecnologiche

Accesso alle infrastrutture tecnologiche e alle tecnologie di MADE: Fornitura di un'ampia gamma di servizi come il noleggio di attrezzature, la fornitura di infrastrutture tecnologiche per piattaforme, strutture di laboratorio e supporto alla produzione per test e prototipazione.


Le attività progettuali di cui sopra dovranno fare esclusivamente riferimento all’Industria 4.0 e in particolare ai seguenti ambiti tecnici:


  • progettazione, ingegnerizzazione e sviluppo prodotto;

  • pianificazione, controllo avanzamento e monitoraggio real-time della produzione;

  • tecnologie digitali per la gestione del fine ciclo del prodotto;

  • controllo e monitoraggio energetico;

  • strumenti digitali a supporto di metodologie di economia circolare e sostenibilità

  • tracciatura di prodotto e gestione della qualità;

  • sistemi digitali di supporto all’operatore;

  • tecnologie e sistemi digitali per la simulazione dei processi industriali;

  • tecnologia e processo additivo;

  • robotica collaborativa;

  • Cyber‐Security industriale;

  • strumenti digitali a supporto di politiche di Manutenzione 4.0;

  • strumenti digitali a supporto di politiche di Lean4.0;

  • intelligenza artificiale e Big Data Analytics;

  • logistica interna e tracciabilità;

  • Strumenti e soluzioni digitali basati per l’integrazione di reti 5G e tecnologie emergenti in ambito industriale.


SPESE AMMISSIBILI

Le attività sovvenzionate sono: b) ricerca industriale; c) sviluppo sperimentale; d) studi di fattibilità. Ai fini della quantificazione del sostegno economico di cui al presente bando sono ammissibili al finanziamento le seguenti voci di spesa:


a) spese di personale: ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario nella misura in cui sono impiegati nel progetto;

b) costi relativi a strumentazione e attrezzature di nuova acquisizione nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto. Se gli strumenti e le attrezzature non sono utilizzati per tutto il loro ciclo di vita per il progetto, sono considerati ammissibili unicamente i costi di ammortamento corrispondenti alla durata del progetto, calcolati secondo principi contabili generalmente accettati;

c) spese per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti od ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato;

d) spese relative ai servizi di consulenza e servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini del progetto presentato dall’impresa;


Le spese riferite alle lett. a) e b), ai fini dell’ottenimento del contributo a fondo perduto, non possono eccedere il 30% delle spese del valore complessivo della proposta progettuale.

Le spese riferite alle lett. c) e d), ai fini dell’ottenimento del contributo a fondo perduto, dovranno essere dedicate interamente al coinvolgimento delle competenze e delle strumentazioni di cui MADE si è dotato per la realizzazione ed implementazione di progetti di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e studi di fattibilità. Inoltre, tali spese, ai fini

dell’ottenimento del contributo, dovranno rappresentare almeno il 70% del costo complessivo del progetto di innovazione.


DOTAZIONE FINANZIARIA

Il contributo massimo richiesto per l’agevolazione di ciascun progetto di innovazione non potrà superare il valore di € 400.000.

L’importo complessivo delle risorse stanziate per le agevolazioni a fondo perduto è pari a €12.500.000.


ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

Le agevolazioni, concesse nella forma di finanziamento a fondo perduto, saranno coerenti con le seguenti intensità di aiuto:

  • finanziamento del 50% delle spese ammissibili dedicate alle attività di ricerca Industriale. Tale intensità potrà essere aumentata fino a un'intensità massima dell'70 % dei costi ammissibili come segue:

a. di 20 punti percentuali per le piccole imprese;

b. di 10 punti percentuali per le medie imprese;

  • finanziamento del 50% delle spese ammissibili dedicate alle attività di relative agli studi di fattibilità. Tale intensità potrà essere aumentata fino a un'intensità massima dell'70 % dei costi ammissibili come segue:

a. di 20 punti percentuali per le piccole imprese;

b. di 10 punti percentuali per le medie imprese;

  • finanziamento del 25% delle spese ammissibili dedicate alle attività di sviluppo Sperimentale. Tale intensità potrà essere aumentata fino a un'intensità massima dell'45% dei costi ammissibili come segue:

a. di 20 punti percentuali per le piccole imprese;

b. di 10 punti percentuali per le medie imprese.


Si riassumono le intensità di aiuto in funzione delle tipologie di attività e delle dimensioni di impresa tramite la tabella seguente:


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le proposte progettuali possono essere presentate, in via esclusivamente telematica, a partire dal giorno 05/07/2023 ed entro e non oltre il 31/12/2024.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


Comments


bottom of page