top of page

BOLOGNA: Voucher Digitali impresa 4.0

La Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Bologna tende promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle Micro, Piccole e Medie Imprese (da ora in avanti MPMI), di tutti i settori economici attraverso il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione, anche finalizzate ad approcci green oriented volti a sostenere la

transizione ecologica del tessuto produttivo.

Per non perderti più nessuna notizia, iscriviti al nostro canale Telegram.


OBIETTIVO

Nello specifico, l’iniziativa “Bando voucher digitali I4.0 - Anno 2023” si prefigge i seguenti obiettivi:

  • sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, attraverso la realizzazione di progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0, anche green oriented;

  • promuovere l’utilizzo, da parte delle MPMI della circoscrizione territoriale camerale, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Transizione 4.0;

  • per le MPMI impegnate nella transizione digitale ed ecologica, questi due temi possono e devono essere combinati insieme.

Il bando vuole anche favorire interventi di digitalizzazione che riescano a rendere

meglio sostenibili i settori più impattanti legati a energia, trasporti, industria, edilizia e agricoltura attraverso l’applicazione dei principi di riduzione, riutilizzo, riciclo e recupero.


SOGGETTI BENEFICIARI

I soggetti che possono accedere al contributo a fondo perduto sono:

- Micro, piccole e medie imprese di tutti i settori che abbiano sede legale nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Bologna ed effettuino investimenti di cui al presente bando a favore della sede legale e/o unità locali ubicate nell’area metropolitana di Bologna.


AMBITI DI INTERVENTO

Gli interventi di innovazione digitale dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 - inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi – ed eventualmente una o più tecnologie dell’Elenco 2, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1.


Elenco 1:

  • robotica avanzata e collaborativa;

  • interfaccia uomo-macchina;

  • manifattura additiva e stampa 3D;

  • prototipazione rapida;

  • internet delle cose e delle macchine;

  • cloud, High Performance Computing - HPC, fog e quantum computing;

  • soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – cyber exposure index, vulnerability assessment, penetration testing etc);

  • big data e analytics;

  • intelligenza artificiale;

  • blockchain;

  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);

  • simulazione e sistemi cyberfisici;

  • integrazione verticale e orizzontale;

  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;

  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);

  • soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica.


Elenco 2:

  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;

  • sistemi fintech;

  • sistemi EDI, electronic data interchange;

  • geolocalizzazione;

  • tecnologie per l’in-store customer experience;

  • system integration applicata all’automazione dei processi;

  • tecnologie della Next Production Revolution (NPR);

  • programmi di digital marketing;

  • connettività a Banda Ultralarga;

  • sistemi per lo smart working e il telelavoro;

  • sistemi di e-commerce;

  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita.

Gli ambiti tecnologici di intervento sono descritti nell’allegato tecnico, che è parte integrante del presente bando.


SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per:

  • servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie tra quelle previste all’art. 2 del presente Bando. Almeno il 30% del costo totale del progetto deve essere riferito a servizi di consulenza e/o formazione relativi alle tecnologie di cui all’elenco 1;

  • acquisto, canoni e noleggi di beni strumentali materiali e immateriali e di servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, nel limite massimo del 70% dei costi ammissibili funzionali all’introduzione delle tecnologie abilitanti di cui all’elenco 1 art. 2 del presente bando ed eventualmente di una o più tecnologie dell’Elenco 2 del medesimo articolo, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al suddetto Elenco 1. Sono esclusi rate, acquisto finale e riscatto per leasing finanziario. Sono in ogni caso esclusi i costi relativi ad apparecchi telefonici (centralini, smartphone ecc.) ed attrezzature informatiche di base (pc, monitor, notebook, tablet, stampanti non 3D, server, router ecc.).

Tutte le spese possono essere sostenute a partire dal 1° gennaio 2023 fino al 31 maggio 2024.


ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

La Camera di commercio si riserva la facoltà di chiudere i termini della presentazione delle domande in caso di esaurimento anticipato delle risorse, in particolare al raggiungimento della soglia di richieste di contributo superiori ad euro 700.000.

  • Minimo 5.000 euro;

  • Massimo 10.000 euro.

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di contributi a fondo perduto (voucher).

Il contributo assegnato alle imprese richiedenti le cui domande rispondono a tutte le condizioni previste dal presente Bando è riportato nella tabella che segue.

Il contributo è il 50% delle spese ammissibili.


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le domande di contributo, sulla base della modulistica predisposta dall’ufficio competente, dovranno essere inviate esclusivamente dalle ore 11:00 del 11/9/2023 alle ore17:00 del 21/9/2023, salvo chiusura anticipata per esaurimento fondi.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


Comments


bottom of page