top of page

CALABRIA: Sostegno agli investimenti in impianti e macchinari delle PMI


Per non perderti più nessuna notizia, iscriviti al nostro canale Telegram.


OBIETTIVO

Sostenere gli investimenti delle PMI, realizzati e localizzati in Calabria, per favorire modelli di produzione che facciano perno sulla transizione ecologica (risparmio energetico, uso efficiente delle risorse, packaging intelligente) e digitale (tecnologie aggiornate, ottimizzazione dei processi). Sono inclusi anche investimenti per nuovi modelli organizzativi e processi aziendali innovativi.


SOGGETTI BENEFICIARI

Micro, piccole e medie imprese, a prescindere dal settore economico, (esclusi settori pesca e acquacoltura, produzione primaria prodotti agricoli, siderurgico, lignite e carbone, trasporti e relative infrastrutture, banda larga).


INTERVENTI AMMISSIBILI

Gli investimenti per i quali l'aiuto è richiesto dovranno essere finalizzati a migliorare le capacità competitive e la transizione digitale ed ecologica dei Beneficiari. In particolare, gli interventi ammissibili devono essere riconducibili ad una o più delle seguenti tipologie:

A) Transizione ecologica:

  • utilizzo di sistemi per il risparmio energetico e risorse idriche;

  • adozione di innovazioni di prodotto e di processo in tema di utilizzo efficiente delle risorse e di trattamento e trasformazione dei rifiuti;

  • acquisizione di strumenti e tecnologie finalizzati all'uso razionale dell'acqua ed alla depurazione della stessa;

  • adozione di strumenti tecnologici innovativi in grado di aumentare il tempo di vita dei prodotti e di efficientare il ciclo produttivo;

  • acquisizione di nuovi modelli di packaging intelligente (smart packaging) che prevedano anche l'utilizzo di materiali recuperati.

B) Transizione digitale:

  • acquisizione di strumentazione tecnologica e informatica aggiornata e applicazioni e sistemi digitali;

  • creazione/ottimizzazione della rete di informazioni e processi in azienda;

  • sistemi digitali per la raccolta, analisi e conservazione dei dati aziendali.

C) Nuovi modelli organizzativi: investimenti tesi alla riorganizzazione dei processi aziendali attraverso l'introduzione di innovazioni tecnologiche, di nuove soluzioni gestionali, di impianti e attrezzature volti ad aumentare la produttività e la performance economica.


Sono esclusi gli investimenti meramente sostitutivi che non siano riconducibili ad un

progetto organico finalizzato a migliorare la competitività del beneficiario.

I progetti non devono ricomprendere attività che sono parte di un'operazione oggetto di delocalizzazione in Calabria o che costituiscono trasferimento di una attività produttiva in Calabria da uno stato membro dell'Unione o da un'altra Regione italiana ai sensi dell'articolo 66 del Regolamento UE n. 2021/1060.


SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili sono le seguenti:

  • Macchinari, impianti ed attrezzature varie nuovi di fabbrica, ivi compresi quelli necessari all'attività gestionale del proponente ed esclusi quelli relativi alle attività di rappresentanza; mezzi mobili (ad uso promiscuo), identificabili singolarmente ed a servizio esclusivo dell'unità produttiva oggetto delle agevolazioni, strettamente necessari al ciclo produttivo. Il ciclo produttivo è da intendersi nella più ampia accezione, non limitata alla fase della produzione tout court, ma inerente anche le fasi a monte e a valle della stessa;

  • Opere murarie ed impiantistiche strettamente necessarie per l'installazione e il collegamento dei macchinari acquisiti e dei nuovi impianti produttivi. Tali spese non possono in ogni caso superare il limite del 15% dell'investimento ammissibile dell'intero progetto;

  • Programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali del proponente, brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate, concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi, per la parte in cui sono utilizzati per l'attività svolta nell'unità produttiva interessata dal progetto;

  • Servizi di consulenza ed equipollenti, utilizzati esclusivamente ai fini della realizzazione del progetto di investimento, relativi a spese di consulenza per studi e progettazione, spese per il conseguimento delle certificazioni (ISO 14001, ISO 50001, EMAS, ISO 45001, ESG), che concorrono alla definizione del punteggio come disposto al successivo articolo 4.6.

Le spese per servizi di consulenza sono ammesse nel limite del 10% dell'investimento ammissibile dell'intero progetto.

Le spese di consulenza per studi e progettazione non possono in ogni caso superare il limite del 3% dell'investimento ammissibile dell'intero progetto.


DOTAZIONE FINANZIARIA

La dotazione finanziaria è pari a € 25.000.000.


ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

Investimento minimo 30.000 euro e massimo 500.000 euro.

Il contributo è cumulabile, per le stesse spese ammissibili, con altri finanziamenti pubblici, nazionali, regionali o comunitari che si configurano come aiuti di stato (sia in forma di regimi che di aiuti ad hoc) o che siano concessi a titolo "de minimis",

nel rispetto delle intensità e degli importi massimi stabiliti dalle norme di riferimento.

Il contributo è cumulabile, inoltre, con gli aiuti di stato con costi ammissibili non individuabili.

Il contributo è cumulabile, per le stesse spese, con altre agevolazioni pubbliche non configurabili quali aiuti di stato, a condizione che la somma complessiva delle agevolazioni concesse per un determinato bene o servizio non superi il valore totale dello stesso.

  • Spese per attivi materiali e immateriali: piccole 60% medie 50%;

  • Spese di consulenza: piccole e medie 50%.


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le domande presentate saranno esaminate con le modalità valutative a sportello in base all’ordine cronologico di ricevimento.

L’invio definitivo delle domande precedentemente predisposte avverrà il giorno 21 dicembre 2023 a partire dalle ore 10,00 e fino alle ore 16,00.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


Comments


bottom of page