top of page

EMILIA ROMAGNA: Avviso pubblico per la partecipazione a "Incredibol!"

Incredibol! dal 2010 favorisce la crescita e la sostenibilità del settore culturale e creativo attraverso il coordinamento di azioni, risorse e benefici di diverso tipo messi a disposizione da una rete di partner pubblici e privati.

Incredibol! si inserisce all'interno dell'accordo quadro tra Regione Emilia-Romagna e Comune di Bologna per lo sviluppo di azioni per il rafforzamento delle industrie culturali e creative dell’Emilia-Romagna ed è coordinato dal Comune di Bologna con il contributo della Regione Emilia-Romagna.

Per non perderti più nessuna notizia, iscriviti al nostro canale Telegram.


OBIETTIVO

Incredibol! ha lo scopo di sostenere lo sviluppo di progetti d'impresa in campo artistico, culturale e creativo, favorendo la crescita del settore in un'ottica di sostenibilità economica e ricambio generazionale delle “Imprese Culturali e Creative (ICC)”.

Il progetto ha come principali destinatari i giovani creativi agli inizi dell'attività con un’idea imprenditoriale valida e già costituiti come impresa, come liberi professionisti o organizzati in un'associazione; in particolare Incredibol! intende incentivare progetti d'impresa ben definiti, che illustrino l'idea di sviluppo dell'attività professionale o imprenditoriale delineandone la strategia, il volume di affari, gli investimenti, gli effetti socialmente significativi previsti.


SOGGETTI BENEFICIARI

Possono presentare domanda imprese, liberi professionisti, studi associati, e associazioni attivi nel settore artistico, culturale e creativo. Tutti i soggetti devono avere sede operativa e attività prevalente nel territorio della Regione Emilia-Romagna alla data del 30 giugno 2023.


SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse a rendicontazione le seguenti spese sostenute nel periodo compreso tra la data di concessione del contributo di cui al presente bando (coincidente con la data di esecutività dell'atto di impegno) e il 31/10/2024:

  • Spese per opere edili, murarie e impiantistiche per l’adeguamento alle condizioni necessarie alla realizzazione dell’investimento proposto e finanziato, con l’eccezione dei casi in cui i locali coincidano con la residenza del legale rappresentante e/o dei soci;

  • Spese per progettazione, direzione lavori e collaudo connessi agli interventi. Tali spese sono riconosciute nella misura massima del 10% del totale delle spese per opere edili, murarie ed impiantistiche;

  • Spese per acquisto e noleggi di macchinari, attrezzature, infrastrutture telematiche, tecnologiche, digitali finalizzate alla realizzazione a titolo esemplificativo di piattaforme, siti web, al miglioramento della connettività di rete, alla digitalizzazione e la dematerializzazione dell’attività, la sicurezza informatica, la fatturazione elettronica, il cloud computing, il business process, compresa la strumentazione accessoria al loro funzionamento;

  • Acquisizione di brevetti, licenze software, cloud e di servizi applicativi o altre forme di proprietà intellettuale, spese per l’ideazione del marchio necessari al conseguimento degli obiettivi dell’intervento;

  • Spese per beni immateriali: la realizzazione di siti internet e loro aggiornamento; progetti riferiti al commercio elettronico; programmi informatici e servizi per le tecnologie di informazione e della telecomunicazione, realizzazione di show rooms virtuali, marchi e brevetti, banche dati, know how e licenze d’uso concernenti nuove tecnologie di processo o di prodotto relativi al prodotto o servizio obiettivo dell’intervento;

  • Spese per l’acquisizione di servizi, consulenze e collaborazioni esterne;

  • Spese di personale per la quota parte impiegata sul progetto, documentata attraverso timesheet;

  • Spese per la promozione, compresa la progettazione e la diffusione di depliant, locandine, cartellonistica, manifesti, cataloghi strettamente connesse al progetto, spese per la realizzazione di iniziative e strumenti di comunicazione (brochure e/o materiale editoriale), e per la partecipazione a fiere/mercati relativi al prodotto o servizio obiettivo dell’intervento fino ad un massimo di 10.000 euro.

Le spese si intendono iva esclusa salvo nei casi in cui tale imposta non sia recuperabile e saranno erogate a fondo perduto nella misura percentuale al 80% della spesa ammissibile.


DOTAZIONE FINANZIARIA

Attraverso il presente avviso pubblico saranno assegnati contributi a fondo perduto per complessivi € 120.000 per la selezione di progetti di imprese, liberi professionisti, studi associati o associazioni, a cui verranno assegnati contributi in denaro per lo sviluppo dell'attività per un contributo pari a un massimo di € 15.000,00 ciascuno.

Tale contributo dovrà corrispondere a un massimo dell’80% delle spese ammissibili rendicontate.

I contributi potranno essere erogati in via anticipata, fino al massimo del 70% dell’importo riconosciuto, su richiesta motivata del beneficiario, e per la restante parte a rendicontazione delle spese sostenute.


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda dovrà essere completata in ogni sua parte ed inviata dall’8 settembre 2023 entro e non oltre le ore 13.00 del 10 ottobre 2023.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


Comments


bottom of page