top of page

Incentivi per investimenti nel settore Turismo - Fondo FRI

Il decreto disciplina l'accesso ai finanziamenti agevolati concessi a valere sul Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e agli investimenti in ricerca (FRI).

Per non perderti più nessuna notizia, iscriviti al nostro canale Telegram.

 

Soggetti beneficiari

Gli incentivi sono riconosciuti a:

  • Imprese alberghiere;

  • Strutture che svolgono attività agrituristica;

  • Strutture ricettive all'aria aperta;

  • Imprese dei comparti turistico, ricreativo, fieristico e congressuale, ivi compresi gli stabilimenti balneari, i complessi termali, i porti turistici, i parchi tematici, acquatici e faunistici.

purché:

  • Gestiscano, in virtù di contratto, un'attività ricettiva o di servizio turistico in immobili od aree di proprietà di terzi;

  • ovvero siano proprietari di immobili oggetto di intervento.


Dotazione finanziaria

La dotazione complessiva è di 780.000.000 euro. Di questi, una quota del 50% è riservata agli interventi di riqualificazione energetica.

In particolare, per la concessione del Contributo sono rese disponibili risorse pari a 180.000.000 euro, nel limite di spesa complessivo di 40.000.000 euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023 e di 50.000.000 euro per ciascuno degli anni 2024 e 2025. Di queste, una quota del 40% è riservata a interventi realizzati nelle regioni del Sud.

Per la concessione degli incentivi nella forma del Finanziamento agevolato sono rese disponibili le risorse a valere sul FRI, previa assegnazione disposta dalla citata delibera CIPESS del 14 aprile 2022 n. 14 ai sensi dell’articolo 1, comma 355, della legge 30 dicembre 2004, n. 311, pari a 600 milioni di euro.


Interventi ammissibili

Sono ammissibili gli interventi di:

  • riqualificazione energetica delle strutture;

  • riqualificazione antisismica;

  • eliminazione delle barriere architettoniche;

  • realizzazione di piscine termali;

  • digitalizzazione;

  • acquisto/rinnovo di arredi;

  • interventi edilizi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia o installazione di manufatti leggeri, incluse le unità abitative mobili e loro pertinenze e accessori collocate, anche in via continuativa, in strutture ricettive all’aperto per la sosta e il soggiorno dei turisti, del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, funzionali alla realizzazione degli interventi di incremento dell’efficienza energetica delle strutture e di riqualificazione antisismica e agli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche;


Budget e agevolazioni:

Sono previste due forme di incentivo:

  • Contributo diretto alla spesa: concesso sulla base degli importi ammissibili delle spese, tenuto conto delle percentuali massime sulla base della dimensione dell’impresa e della localizzazione dell’investimento, coerentemente con i target di attuazione previsti dal PNRR. Percentuale massima: 35% dei costi e delle spese ammissibili.

  • Finanziamento agevolato: concesso da Cassa Depositi e Prestiti ad un tasso nominale annuo pari allo 0,5%, con una durata compresa tra 4 e 15 anni, comprensiva di un periodo di preammortamento della durata massima di 3 anni, a partire dalla data di sottoscrizione del contratto di finanziamento.

Il finanziamento agevolato deve essere associato ad un finanziamento bancario di pari importo. Insieme i due finanziamenti costituiscono il "finanziamento".


Il finanziamento, unito al contributo alla spesa, all'eventuale quota di mezzi propri, non può essere superiore al 100% dei

costi



Domande e scadenze

La domanda deve essere compilata esclusivamente in forma elettronica utilizzando la Procedura informatica messa a disposizione da Invitalia.


Il 25.01.2023 sono stati comunicati i termini per la presentazione delle domande:

  • Dal 30 gennaio 2023 sarà possibile collegarsi alla piattaforma web per scaricare la documentazione;

  • La domanda può essere presentata dalle ore 12.00 del 1° marzo 2023, fino alle ore 12.00 del 31 marzo 2023. Gli incentivi saranno concessi in base all'ordine cronologico di presentazione delle domande.



 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.

コメント


bottom of page