top of page

ITALIA: FRI-TUR. Investimenti nel turismo


Numero 5, un punto e uno 0

OBIETTIVO

Il bando FRI-TUR 2024 è finanziato nell'ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e mira a supportare almeno 300 imprese turistiche attraverso il "Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti di sviluppo". L'iniziativa è finalizzata alla riqualificazione energetica, alla sostenibilità ambientale e all'innovazione digitale delle strutture turistiche, con progetti che devono essere realizzati entro il 31 dicembre 2025.


SOGGETTI BENEFICIARI

Possono accedere al bando le imprese alberghiere, le attività agrituristiche, le strutture ricettive all'aria aperta, e altri attori nel settore turistico, fieristico e congressuale, ivi compresi gli stabilimenti balneari, i complessi termali, i porti turistici, i parchi tematici, inclusi i parchi acquatici e faunistici.


È fondamentale che le imprese siano in regola con le normative vigenti e non siano in stato di liquidazione o fallimento. È inoltre importante che le imprese siano:


  • costituite e iscritte nel Registro delle imprese e inserite negli elenchi, albi, anagrafi previsti dalla rispettiva normativa di riferimento;

  • in possesso di una positiva valutazione del merito di credito da parte di una Banca finanziatrice e di una Delibera di finanziamento adottata dalla medesima Banca finanziatrice per il finanziamento della domanda di incentivo presentata

  • laddove operanti nel settore agricolo o della pesca, che si impegnino ad adottare un apposito regime di contabilità separata per l’attività da agevolare per tutta la durata di realizzazione del programma e di monitoraggio dello stesso.


I beneficiari possono partecipare al bando in due modi:


  • gestendo attività ricettive o di servizio turistico in immobili o aree di proprietà di terzi, con l'obbligo di allegare il contratto registrato,

oppure

  • essendo direttamente proprietari degli immobili utilizzati per l'attività ricettiva.


INTERVENTI AMMISSIBILI

Gli interventi ammissibili agli incentivi includono:


  • Efficienza Energetica: Miglioramenti dell'efficienza energetica delle strutture.

  • Riqualificazione Antisismica: Misure per rendere le strutture più resistenti ai sismi.

  • Eliminazione Barriere Architettoniche: Rimozione di ostacoli per rendere le strutture accessibili a tutti.

  • Manutenzione Edilizia: Lavori di manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia e installazione di manufatti leggeri, incluse le unità abitative mobili e loro pertinenze e accessori collocate, anche in via continuativa, in strutture ricettive all’aperto per la sosta e il soggiorno dei turisti, funzionali alla realizzazione degli interventi di incremento dell’efficienza energetica delle strutture e di riqualificazione antisismica e agli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche.

  • Sviluppo Termale: Realizzazione di piscine termali e acquisto di attrezzature per attività termali.

  • Digitalizzazione: Interventi per integrare tecnologie digitali nell'operatività quotidiana.

  • Acquisto/rinnovo arredi.


SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili includono:

  • servizi di progettazione relativi alle successive voci, nella misura massima complessiva del 2%;

  • suolo aziendale e sue sistemazioni, nella misura massima del 5%;

  • fabbricati, opere murarie e assimilate, nella misura massima del 50%;

  • macchinari, impianti e attrezzature varie, nuovi di fabbrica;

  • investimenti in digitalizzazione, esclusi i costi di intermediazione, nella misura massima del 5%.


DOTAZIONE FINANZIARIA

Il bando dispone di una dotazione finanziaria totale di € 180.000.000, suddivisi nei vari anni fino al 2025.


ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

Le agevolazioni consistono in contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati.


I contributi a fondo perduto possono coprire fino al 35% delle spese ammissibili, con un tetto massimo di 50.000.000 euro all'anno. Il contributo viene concesso sulla base degli importi ammissibili delle spese, tenuto conto delle percentuali massime sulla base della dimensione dell’impresa e della localizzazione dell’investimento.


I finanziamenti agevolati prevedono un tasso d'interesse fisso dello 0,50% con durata minima di 4 anni e possono estendersi fino a 15 anni, includendo un periodo di preammortamento di massimo 36 mesi.


Il finanziamento agevolato è accompagnato da un finanziamento bancario con un tasso di interesse di mercato. Entrambi sono uniti in un unico grande prestito gestito tramite un solo contratto, semplificando così la gestione e aumentando la sicurezza grazie a garanzie adeguate.


Le spese devono essere superiori a 500.000 euro e non oltre 10.000.000 euro escluse l'IVA.


La somma del finanziamento agevolato, del finanziamento bancario e del contributo a fondo perduto non può essere superiore al 100% del programma ammissibile. L’impresa richiedente dovrà assicurare la copertura integrale del programma di investimento, inclusi i costi necessari ma non ammissibili e l’IVA complessiva, apportando ulteriori risorse finanziarie non agevolate.


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le domande saranno accettate dalle ore 12:00 del giorno 01/07/2024 alle ore 12:00 del giorno 31/07/2024.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


Comments


bottom of page