top of page

LIGURIA: Competenze per la transizione industriale e la specializzazione intelligente

Aprirà il 23 novembre il nuovo bando da 2 milioni in favore delle micro, piccole e medie imprese che investono in competenze professionali in favore della transizione industriale, la specializzazione intelligente e l'imprenditorialità.

Per non perderti più nessuna notizia, iscriviti al nostro canale Telegram.


OBIETTIVO

Il bando prevede il supporto allo sviluppo di progetti per l'acquisizione di servizi ad elevato contenuto di conoscenza a sostegno dei processi di innovazione, trasformazione tecnologica e digitale delle imprese, anche con una particolare attenzione all'adozione di modelli di economia circolare.


SOGGETTI BENEFICIARI

Micro, piccole e medie imprese in forma singola o associata (anche in forma cooperativa o consortile) comprese le reti di impresa che investono in competenze professionali in favore della transizione industriale, la specializzazione intelligente e l'imprenditorialità.


INIZIATIVE FINANZIABILI

Sono ammissibili, ai fini del presente bando, progetti per l’acquisizione di servizi ad elevato contenuto di conoscenza a sostegno della transizione digitale e green dei processi produttivi, con l’obiettivo di accrescere le competenze interne all’impresa attraverso l’introduzione di nuove professionalità, alla formazione di alto profilo tecnologico e all’aggiornamento delle risorse umane.


In dettaglio il presente bando intende:

A) Sostenere processi di innovazione, trasformazione tecnologica e digitale delle imprese attraverso l’applicazione di una o più delle tecnologie abilitanti previste dal nuovo Piano Nazionale Transizione 4.0 (ex Piano Nazionale Industria 4.0) che prevede rispetto al passato una crescente focalizzazione sulle tecnologie avanzate come l’Intelligenza Artificiale, l’IoT e la Robotica. In dettaglio l’elenco delle tecnologie abilitanti individuate:

  • Advanced manufacturing solution;

  • Additive manufacturing;

  • Augmented reality;

  • Simulation;

  • Horizontal/vertical integration;

  • Internet of things e Industrial internet;

  • Cloud;

  • Cyber-security;

  • Big data analytics;

  • Artificial intelligence;

  • Blockchain.

B) Sostenere processi di trasformazione “green” delle imprese con particolare focus sull'adozione di modelli di economia circolare, in particolare, supporto per:

  • la realizzazione di assessment finalizzati ad avviare un percorso di implementazione di politiche ESG1 (ENVIRONMENTAL, SOCIAL, GOVERNANCE);

  • la realizzazione di Life Cycle Assessment – LCA o Life Cycle Costing – LCC;

  • la redazione di diagnosi energetiche;

  • la redazione di un’analisi dei fabbisogni aziendali in tema di sostenibilità (blueprint aziendale);

  • la redazione di piani di allineamento delle attività e dei prodotti aziendali alla Tassonomia Europea;

  • la redazione del bilancio di sostenibilità;

  • percorsi di accompagnamento finalizzati all’acquisizione di competenze in tema di sostenibilità ambientale o di Criteri Ambientali Minimi (CAM) nazionali o relative a “skill” tecniche o amministrative utili alla partecipazione ad appalti pubblici “verdi”.

I progetti devono:

  • essere realizzati e rendicontati entro 8 mesi dalla data di ricevimento del provvedimento di concessione dell’agevolazione e comunque entro il 31 ottobre 2024;

  • essere realizzati nell’ambito della sede operativa ubicata sul territorio ligure; a tale sede devono afferire tutte le spese richieste ad agevolazione;

  • avere un costo minimo ammissibile non inferiore a € 20.000.

SPESE AMMISSIBILI

Per la realizzazione degli interventi sono ammissibili spese per:

  • la realizzazione di percorsi formativi di alto profilo tecnologico: I percorsi dovranno avere una durata minima di 60 ore e la spesa massima ammissibile per l’impresa è pari a € 3.500 per singola risorsa formata;

I percorsi di cui sopra dovranno essere erogati esclusivamente dai seguenti Soggetti:

  • Competence center e Digital Innovation Hub di cui al Piano nazionale Impresa 4.0, Poli Europei di innovazione digitale (European Digital Innovation Hubs), parchi scientifici e tecnologici, centri di ricerca e trasferimento tecnologico, centri per l’innovazione, cluster tecnologici, Poli di ricerca ed altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali;

  • Centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0 come definiti dal D.M. 22 maggio 2017 (MiSE);

- l’inserimento temporaneo di un “Temporary Manager” con un contratto di consulenza, per un periodo non inferiore ai 5 mesi;

- la consulenza, l’assistenza ed il trasferimento di conoscenze;

- spese generali fino al 7, tali costi non saranno soggetti a rendicontazione.


L’iniziativa può essere realizzata anche attraverso la combinazione di più tipologie di spese, fermo restando che almeno il 50% del totale delle spese ammissibili deve afferire alla realizzazione di percorsi formativi di alto profilo tecnologico.


DOTAZIONE FINANZIARIA

A copertura dell’iniziativa oggetto del presente Bando sono destinate risorse pari a

€ 2.000.000 in favore delle micro, piccole e medie imprese che investono in competenze professionali in favore della transizione industriale, la specializzazione intelligente e l'imprenditorialità.


ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

L’agevolazione, di cui al presente bando, consiste in un contributo a fondo perduto calcolato sulle spese ammesse con il limite massimo di contributo concedibile pari a € 40.000:

  • fino all’80% per la realizzazione di percorsi formativi di alto profilo tecnologico;

  • fino al 65% per l’inserimento temporaneo- nella struttura organizzativa dell’impresa - di un “Temporary Manager”;

  • fino al 55% per la consulenza, l’assistenza ed il trasferimento di conoscenze.


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le domande di ammissione ad agevolazione devono essere redatte esclusivamente on line, accedendo al sistema "Bandi on line" di Filse, dal 23 novembre al 7 dicembre.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


Comments


bottom of page