top of page

LOMBARDIA (BG): Bando Voucher Digitali I4.0


Numero 5, un punto e uno 0

OBIETTIVO

Il bando mira a promuovere la digitalizzazione e la transizione ecologica nelle Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) di tutti i settori, attraverso il finanziamento di iniziative digitali e green. Gli obiettivi includono lo sviluppo di nuovi modelli di business, l'aumento delle capacità collaborative e la promozione di un’economia sostenibile.


SOGGETTI BENEFICIARI

Possono accedere ai fondi le MPMI che hanno sede legale e/o operativa nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Bergamo. È richiesto che le imprese siano attive, iscritte al Registro delle Imprese e non abbiano ricevuto finanziamenti per le stesse spese da altri bandi.

Il bando è aperto a tutte le MPMI senza restrizioni settoriali specifiche, escludendo solo le aziende pubbliche o quelle controllate maggiormente da enti pubblici.


AMBITI DI INTERVENTO

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale, che costituiscono la base degli obiettivi dei progetti presentati a valere sul presente Bando, dovranno riguardare obbligatoriamente almeno una tecnologia del seguente Elenco 1, con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie del successivo Elenco 2.


Elenco 1:

  • robotica avanzata e collaborativa; o manifattura additiva e stampa 3D;

  • prototipazione rapida;

  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D); o interfaccia uomo-macchina;

  • simulazione e sistemi cyber-fisici;

  • integrazione verticale e orizzontale; o Internet delle cose (IoT) e delle macchine;

  • Cloud, High Performance Computing - HPC, fog e quantum computing;

  • Soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – cyber exposure index, vulnerability assessment, penetration testing etc); o big data e analisi dei dati;

  • soluzioni di filiera per l’ottimizzazione della supply chain e della value chain; o soluzioni per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività aziendali e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento (RFID, barcode, ERP, MES, PLM, SCM, CRM, ecc);

  • intelligenza artificiale; o blockchain.


Elenco 2:

  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;

  • sistemi fintech;

  • sistemi EDI, electronic data interchange;

  • geolocalizzazione;

  • tecnologie per l’in-store customer experience;

  • system integration applicata all’automazione dei processi;

  • tecnologie della Next Production Revolution (NPR);

  • programmi di digital marketing;

  • soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica;

  • connettività a Banda Ultralarga; o sistemi di e-commerce;

  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita.


Gli enti e organizzazioni che possono proporsi come soggetti proponenti nel contesto del Bando Voucher Digitali I4.0 - Misura A sono i seguenti:


  • DIH-Digital Innovation Hub ed EDI-Ecosistema Digitale per l'Innovazione, incluso tramite le loro articolazioni territoriali, come definito nel Piano Transizione 4.0.

  • Competence Center, centri di ricerca e trasferimento tecnologico, parchi scientifici e tecnologici, centri per l'innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici ed altre strutture per il trasferimento tecnologico riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali.

  • Incubatori certificati e incubatori regionali accreditati.

  • FABLAB, secondo i requisiti internazionali definiti nella FabLab Charter.

  • Centri di trasferimento tecnologico su tematiche Transizione 4.0 come definiti dal D.M. 22 maggio 2017 (MiSE).

  • Start-up innovative e PMI innovative come definite dalle normative italiane pertinenti.

  • Istituti tecnici Superiori (ITS), come definiti dal DCPM 25 gennaio 2008.

  • Fornitori iscritti all’Elenco pubblico di Fornitori di servizi e tecnologie I4.0 disponibile sul sito di Unioncamere Lombardia.

  • Innovation manager iscritti nell’elenco dei manager tenuto da Unioncamere.

  • Grandi imprese, definite come organizzazioni con più di 250 dipendenti e un fatturato annuo che supera i 50 milioni di euro o un bilancio annuo superiore ai 43 milioni di euro.

  • Altri soggetti proponenti che abbiano realizzato almeno tre progetti di consulenza nell'ambito delle tecnologie specificate nel bando negli ultimi tre anni, a beneficio di clienti diversi.


SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili esclusivamente le spese relative ad una o più tecnologie tra quelle previste in precedenza. In particolare sono ammissibili, al netto di IVA, le seguenti tipologie di spesa:

  • consulenza e/o formazione erogata direttamente dal Responsabile Tecnico o da uno o più fornitori dei servizi (da indicare obbligatoriamente in fase di presentazione della domanda). Tali spese devono rappresentare almeno il 30% dei costi ammissibili;

  • investimento in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto nel limite massimo del 70% dei costi ammissibili. Sono ammissibili i costi nella misura e per il periodo in cui sono utilizzate per il progetto. asso forfettario pari al 7% delle spese ammissibili di cui alle precedenti.


DOTAZIONE FINANZIARIA

Il bando dispone di una dotazione finanziaria totale di 400.000 euro.


ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

Il contributo è concesso sotto forma di voucher, utilizzabili per coprire fino al 50% delle spese ammissibili.

I voucher avranno un importo unitario massimo di euro 15.000.

L'importo minimo dell'investimento è di euro 4.000.


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La presentazione delle domande potrà avvenire dalle ore 10:00 del 9/5/2024 alle ore 17:00 del 18/6/2024.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


Comments


bottom of page