top of page

PIEMONTE: Voucher digitalizzazione PMI

Aggiornamento: 5 feb

La misura “Voucher digitalizzazione PMI” contribuisce al conseguimento dei target degli indicatori, di output e di risultato, relativi all’obiettivo specifico del PR FESR 2021-2027 denominato RSO1.2. Permettere ai cittadini, alle imprese, alle organizzazioni di ricerca e alle autorità pubbliche di cogliere i vantaggi della digitalizzazione (FESR) di seguito riportati.

Per non perderti più nessuna notizia, iscriviti al nostro canale Telegram.


OBIETTIVO

Obiettivo strategico: Un’Europa più competitiva e intelligente attraverso la promozione di una trasformazione economica innovativa e intelligente e della connettività regionale alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC).

Obiettivo specifico 2: Permettere ai cittadini, alle imprese, alle organizzazioni di ricerca e alle autorità pubbliche di cogliere i vantaggi della digitalizzazione (FESR).


SOGGETTI BENEFICIARI

PMI secondo la definizione di cui all’Allegato I del Reg. (UE) n. 651/2014.


INTERVENTI AMMISSIBILI

Saranno ammissibili progetti riferiti agli ambiti tecnologici di innovazione digitale di cui ai seguenti elenchi:


ELENCO 1: utilizzo delle seguenti tecnologie, inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:

  • robotica avanzata e collaborativa;

  • interfaccia uomo-macchina;

  • manifattura additiva e stampa 3D;

  • prototipazione rapida;

  • internet delle cose e delle macchine;

  • cloud, High Performance Computing - HPC, fog e quantum computing;

  • soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – cyber exposure index, vulnerability assessment, penetration testing, etc);

  • big data e analytics;

  • intelligenza artificiale;

  • blockchain;

  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);

  • simulazione e sistemi cyberfisici;

  • integrazione verticale e orizzontale;

  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;

  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);

  • soluzioni tecnologiche digitali necessarie per l’ottimizzazione dei servizi resi.

ELENCO 2: utilizzo di altre tecnologie digitali (solo se propedeutiche, complementari e direttamente collegate a quelle previste al precedente Elenco 1):

  • sistemi di pagamento mobile e/o via internet;

  • sistemi fintech;

  • sistemi EDI, electronic data interchange;

  • geolocalizzazione;

  • tecnologie per l’in-store customer experience;

  • system integration applicata all’automazione dei processi;

  • tecnologie della Next Production Revolution (NPR);

  • programmi di digital marketing;

  • soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica;

  • connettività a Banda Ultra larga;

  • sistemi di e-commerce;

  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita.


SPESE AMMISSIBILI

Sono considerate ammissibili le seguenti tipologie di spesa, purché funzionali al progetto di digitalizzazione:

  1. beni e servizi strumentali;

  2. servizi di consulenza;

  3. servizi di formazione.

DOTAZIONE FINANZIARIA

La dotazione finanziaria della misura ammonta a € 10.000.000.


ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

L’agevolazione prevista consisterà in un contributo a fondo perduto (voucher) concesso a copertura di una quota delle spese ammissibili sostenute dal destinatario finale, variabile in base alle dimensioni dell’impresa, secondo il seguente schema:

  • copertura del 50% delle spese ammissibili nel caso in cui il richiedente sia una media impresa;

  • copertura del 60% delle spese ammissibili nel caso in cui il richiedente sia una piccola impresa;

  • copertura del 65% delle spese ammissibili nel caso in cui il richiedente sia una microimpresa.

L’importo massimo del contributo è fissato in € 25.000.

Il valore minimo del contributo dovrà essere pari a € 4.000 per le microimprese e a € 5.000 per tutte le altre categorie di richiedenti ammessi.


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La durata di apertura dello sportello per la presentazione delle domande sarà di 4 mesi, salvo chiusura anticipata per esaurimento delle risorse.

Le domande possono essere presentate dal 17 ottobre 2023 fino al 2 febbraio 2024.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


bottom of page