top of page

PISTOIA-PRATO: Bando per l’erogazione di contributi a sostegno della digitalizzazione Impresa 4.0

Aggiornamento: 27 set 2023

Il Bando per l'erogazione di contributi a sostegno della digitalizzazione Impresa 4.0 delle MPMI delle province di Pistoia e Prato – Anno 2023 è finanziato dalla Camera di commercio di Pistoia-Prato, nell'ambito delle attività previste dal Piano Transizione 4.0, per l'acquisto di beni e servizi strumentali e servizi di consulenza e/o formazione finalizzati all'implementazione di tecnologie digitali 4.0.

Per non perderti più nessuna notizia, iscriviti al nostro canale Telegram.


OBIETTIVO

La Camera di Commercio di Pistoia-Prato, nell’ambito delle attività previste dal Piano Transizione 4.0, intende promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle Micro, Piccole e Medie imprese di tutti i settori economici attraverso il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione, anche finalizzate ad approcci green oriented del tessuto produttivo.

Nello specifico la presente iniziativa è finalizzata a:

  • promuovere l’utilizzo, da parte delle MPMI della circoscrizione territoriale camerale, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Transizione 4.0;

  • sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, attraverso la realizzazione di progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0 e modelli green oriented.


SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente Bando le imprese, in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere sede legale nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Pistoia-Prato;

  • essere Micro o Piccole o Medie imprese.


AMBITI DI INTERVENTO

Gli interventi di innovazione digitale previsti dai suddetti progetti e le relative spese dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 ed eventualmente una o più tecnologie dell’Elenco 2, purché propedeutiche o complementari e direttamente collegate a quelle previste all’Elenco 1.

Elenco 1:

- robotica avanzata e collaborativa;

- interfaccia uomo-macchina;

- manifattura additiva e stampa 3D;

- prototipazione rapida;

- internet delle cose e delle macchine;

- cloud, fog e quantum computing;

- cyber security e business continuity;

- big data e analytics;

- intelligenza artificiale;

- blockchain;

- soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);

- simulazione e sistemi cyberfisici;

- integrazione verticale e orizzontale;

- soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;

- soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);


Elenco 2:

- sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;

- sistemi fintech;

- sistemi EDI, electronic data interchange;

- geolocalizzazione;

- tecnologie per l’in-store customer experience;

- system integration applicata all’automazione dei processi;

- tecnologie della Next Production Revolution (NPR);

- programmi di digital marketing;

- soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica;

- Connettività a Banda Ultralarga;

- Sistemi di e-commerce;

- Soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita.


Non saranno considerate ammissibili le domande riferite alle sole tecnologie dell’Elenco 2. L’investimento relativo all’utilizzo delle tecnologie digitali di cui all’Elenco 2 non può in alcun caso superare il 50% del costo totale del progetto, pena l’inammissibilità della domanda.


SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per:

  • servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie;

  • acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti.

Tutte le spese devono essere sostenute a partire dal 1° gennaio 2023.


DOTAZIONE FINANZIARIA

Le risorse complessivamente stanziate a disposizione dei soggetti beneficiari ammontano a euro 315.000 interamente a carico della Camera di Commercio.


ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di contributo a fondo perduto. Il contributo sarà pari al 50% delle spese ammesse ed effettivamente sostenute con un massimale di

contributo di euro 5.000 per ogni impresa richiedente, oltre la premialità per le imprese in possesso del rating di legalità.

Per essere ammessi al contributo i progetti devono prevedere un investimento minimo di euro 5.000.


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda per la partecipazione al Bando, da riprodurre in formato immodificabile PDF con sottoscrizione digitale del titolare/legale rappresentante dell’impresa richiedente, dovrà essere inviata dalle 18:00 del 14/09/2023 alle 23:59 del 13/10/2023.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


bottom of page