top of page

TOSCANA: Sostegno di progetti d’internazionalizzazione

In occasione della seduta di Giunta regionale di lunedì 26 giugno, la Regione Toscana ha approvato la Delibera con gli indirizzi per la prossima apertura del bando internazionalizzazione. La misura avrà l’obiettivo di sostenere gli investimenti delle micro, piccole e medie imprese toscane finalizzati all’incremento dell’export e delle imprese esportatrici.

Per non perderti più nessuna notizia, iscriviti al nostro canale Telegram.


OBIETTIVO

L’azione ha l’obiettivo di sostenere gli investimenti delle PMI finalizzati all’incremento dell’export e delle imprese esportatrici.


SOGGETTI BENEFICIARI

Micro, piccole e medie imprese, in forma singola e associata, esercitanti un’attività economica primaria che corrisponda a uno dei Codici Ateco ammissibili.


SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili i seguenti costi per l’acquisizione di servizi all’internazionalizzazione:

- Servizi di supporto specialistico all’internazionalizzazione;

- Partecipazione a fiere e saloni internazionali;

- Promozione mediante utilizzo di uffici o sale espositive all’estero;

- Servizi promozionali;

- Servizi di supporto all’innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati e combinabili per un importo non superiore al 40% del progetto con:

  • Supporto all’innovazione commerciale per il presidio strategico dei Mercati;

  • Supporto alla digitalizzazione;

  • Supporto alla certificazione e sostenibilità.


ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

Il bando potrà contare su una dotazione di risorse pari a circa 30 milioni euro, di cui:

  • € 6 milioni riservati alle imprese che non abbiano un bilancio depositato presso CCIAA o che abbiano un fatturato estero la cui media degli ultimi due esercizi sia inferiore al 20% del fatturato aziendale totale, oppure inferiore al 10% del fatturato aziendale dell’ultimo bilancio depositato;

  • € 855 mila riservati alle imprese localizzate in comuni “interni”;

  • € 3 milioni riservati alle aziende del settore turistico.


I progetti dovranno prevedere un investimento minimo di 10.000 euro e massimo di 400.000 euro, differenziati in base alla dimensione d’impresa e alla tipologia di servizio.

Non sono ammesse spese sostenute in data antecedente alla presentazione della domanda.

I progetti dovranno avere durata massima di 12 mesi.

Contributo in conto capitale fino al 50% delle spese ammissibili, variabile in base alla dimensione d’impresa e alla tipologia di progetto.


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le domande di contributo dovranno essere inviate esclusivamente dal 20/07/2023 al 10/08/2023.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


Comments


bottom of page