top of page

TRENTINO ALTO ADIGE (TN): Aiuti Nuova Impresa 2023



Per non perderti più nessuna notizia, iscriviti al nostro canale Telegram.


OBIETTIVO

Si tratta di un incentivo a fondo perduto a favore di neoimprenditori, quali giovani, donne, disoccupati, volto a:

  • sostenere iniziative relative all’avvio di nuove imprese e/o iniziative volte al consolidamento della nuova impresa attraverso investimenti, campagne di comunicazione, formazione e servizi per la loro crescita;

  • favorire gli acquisti di beni e servizi avvenuti sul territorio provinciale, creando così ricadute sul territorio provinciale.


SOGGETTI BENEFICIARI

Neoimprenditori proprietari dell'impresa di nuova costituzione e che esercitino, attivamente ed esclusivamente, l’attività di gestione ed organizzazione dell’impresa, nel ruolo di titolare o legale rappresentante o socio, come risultante dal Registro delle Imprese;

Rientrino in almeno una delle seguenti categorie: essere una donna, essere un giovane di età compresa tra 18 anni e 35 anni, essere in stato di disoccupazione da almeno 6 mesi.


SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili esclusivamente le spese funzionali all’iniziativa e relative all’unità operativa sita nella provincia di Trento sostenute nei 12 mesi precedenti la data di presentazione della domanda ed entro i 18 mesi dalla data di concessione.


Sono ammissibili le spese ricomprese tra le seguenti macro-voci di spesa:

  1. onorari notarili e costi relativi alla costituzione d'impresa (al netto di tasse, imposte, diritti e bolli anticipate dal notaio/consulente), per un importo massimo di euro 5.000,00;

  2. onorari per prestazioni e consulenze relative all'avvio d'impresa, nella misura massima del 30% della spesa totale ammessa, nei seguenti ambiti:

2.1 marketing e comunicazione;

2.2 organizzazione, sistemi informativi e gestione di impresa;

2.3 formazione nelle precedenti aree (ad esclusione del percorso formativo obbligatorio.


3. acquisto di beni strumentali/macchinari/attrezzature/arredi nuovi, anche finalizzati alla sicurezza, esclusi veicoli. Le spese devono riguardare esclusivamente beni durevoli, non di consumo e strettamente funzionali all'attività svolta;

4. acquisto di software gestionale, professionale e altre applicazioni aziendali, licenze d’uso e servizi software di tipo cloud e SaaS e simili, brevetti e licenze d’uso sulla proprietà intellettuale, nella misura massima del 50% della spesa totale ammessa; restano esclusi l’acquisto di software gestionali (licenze) già in uso dal soggetto beneficiario coerentemente al punto 5 comma 14 lettera d) delle disposizioni di carattere generale e comune a tutti gli interventi;

5. acquisto di hardware (sono escluse le spese per smartphone e cellulari);

6. registrazione e sviluppo di marchi e brevetti e per le certificazioni di qualità e relative spese per consulenze specialistiche;

7. sviluppo di un piano di comunicazione (progettazione del logo aziendale, progettazione e realizzazione sito internet, registrazione del dominio, progettazione piano di lancio dell'attività) e strumenti di comunicazione e promozione (es. messaggi pubblicitari su radio, TV, cartellonistica, social network, banner su siti di terzi, Google Ads, spese per materiali pubblicitari, etc);

8. spese generali riconosciute nella misura forfettaria del 10% delle spese di cui ai precedenti punti (da a a g);

9. onorari relativi all’attestazione di verifica, nel limite massimo di 1.000,00 euro.


DOTAZIONE FINANZIARIA

L’ammontare delle risorse finanziarie stanziate disponibili per il presente avviso è pari ad euro 1.500.000.


ENTITA' DEL CONTRIBUTO

Il limite minimo di spesa ammissibile è pari a 10.000 euro, il limite massimo di spesa ammissibile è pari a 100.000 euro.

La misura di incentivazione è pari a:

  • da 11,00 fino a 19,99 punti: 40%;

  • da 20,00 fino a 30 punti: 50%.


PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda può essere presentata dal 4 marzo 2024 al 22 marzo 2024.


 

QSE Studio offre la propria consulenza e supporto alle aziende del territorio Nazionale nella presentazione delle domande e per tutti gli iter burocratici, ma non solo, supporta molte imprese e aziende in tutto il territorio Italiano.


Ricordiamo che per i contributi a partire da euro 10.000, i beneficiari hanno l’obbligo di pubblicare le informazioni concernenti e concessioni di finanziamenti pubblici erogati nell’esercizio finanziario precedente come stabilito nei commi da 125 a 129 dell'articolo 1 della legge 4 agosto 2017, n. 124, così come modificata dal D.L. n. 34/2019, convertito con Legge n.58/201914.


Se hai bisogno di supporto per le pratiche di bando, credito, finanziamenti, voucher, contributi, affidati al nostro Team di professionisti, contattaci QUI via email o chiama il numero 0522 404388.


Comentarios


bottom of page